Luca Porfido
No Comments

Parma-Milan: il match più pazzo del mondo

Una partita costellata da magie, come il gol di Menez, e tanti errori, come l'autorete di De Sciglio e l'errore di Ristovski

Parma-Milan: il match più pazzo del mondo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Definire il match Parma – Milan rocambolesco sarebbe un diminutivo che non renderebbe a pieno l’idea di quello che è accaduto in campo. Il posticipo della domenica sera ha rappresentato una partita costellata praticamente di tutto: tanti gol, ben 9, espulsioni, rigori, colpi classe e castronerie difensive, oltre poi alla papera stile Benny Hill orchestrata da De Sciglio e Diego Lopez.

LA CRONACA – Andando con ordine, a portare in vantaggio i rossoneri ci ha pensato il debuttante Bonaventura, che al 25’ insacca di testa Mirante. Nemmeno 2 minuti dopo il Parma pareggia i conti con Cassano, anche lui di testa, che trova la retroguardia del Milan in apparente immobilità. Al 37’ la difesa del Parma rende il favore ai rossoneri, con Honda che schiaccia di testa completamente smarcato. Al 45’ Menez, che aveva subito fallo in area, trasforma il rigore del 3 a 1.
E’ nel secondo tempo, però, che le 2 squadre decidono di sfoderare una prestazione allucinogena.
Al 51’ Felipe accorcia le distanze, e pochi minuti più tardi Bonera si fa espellere dopo aver respinto un pallone con la mano. Milan in 10, con Alex che si infortuna costringendo Inzaghi a sostituirlo con Zapata, mentre Honda lascia il posto a Rami. Al 69’ un caparbio De Jong ruba palla a centrocampo e dopo una cavalcata verso l’area avversaria segna il quarto gol del Milan. Dopo 4 minuti, al 73’ Lucarelli accorcia di nuovo le distanze, ma Felipe si fa espellere riportando la parità numerica. Al 79’ è invece Menez a mettersi in mostra, rubando un pallone regalatogli dal retropassaggio di Ristovski. Il francese salta da prima Mirante e poi con uno splendido gol di tacco firma il 5 a 3.
Finita qui? Assolutamente no. Al 44’ De Sciglio effettua un retropassaggio a Diego Lopez che, in maniera quanto mai goffa, stecca il pallone che andrà poi in porta (il portiere, infortunatosi in quell’occasione, dovrà poi terminare il match claudicante visto che Inzaghi aveva ormai già finito i cambi). Al 95’ l’arbitro fischia la fine, col Milan che va a 6 punti in testa alla classifica insieme a Juventus e Roma. Inzaghi dovrà però lavorare molto in vista del match di sabato contro la Juventus, perché il Milan visto in fase difensiva stasera potrebbe avere non pochi problemi contro la squadra bianconera.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *