Jacopo Bertone
No Comments

ESCLUSIVA – Intervista a Davide Sanguinetti: “Fognini deve ancora dimostrare tutto il suo talento”

L'ex grande tennista azzurro ha concesso un'intervista esclusiva a SportCafe24, dicendo la sua sul momento sul tennis italiano e internazionale.

ESCLUSIVA – Intervista a Davide Sanguinetti: “Fognini deve ancora dimostrare tutto il suo talento”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Fabio Fognini, eterna promessa del tennis italiano

Fabio Fognini, eterna promessa del tennis italiano

SportCafe24 ha avvicinato in esclusiva l’ex tennista classe ’72, chiedendogli un parere sul tennis italiano sia maschile che femminile ma anche della sua attuale vita fuori dal circuito (o quasi).

NEL 2005 TU ERI IL NUMERO 42 DELLA CLASSIFICA MONDIALE, NEL 2014, INVECE, CI PUOI DIRE CHI è DAVIDE SANGUINETTI? 

-“In questo momento Davide Sanguinetti è un coach professionista che ha già seguito diversi giocatori: dopo essermi ritirato mi sono concesso un anno sabbatico passato a casa insieme alle mie figlie, dopodichè ho cominciato ad allenare l’americano Vince Spadea. Da lì mi sono appassionato a questo nuovo modo di vivere il tennis professionistico e ho cominciato a collaborare con il giapponese Soeda e Dinara Safina,ex numero 1 del circuito.”

SEGUENDO LA SAFINA SEI ENTRATO IN UN CERTO SENSO NEL MONDO DEL TENNIS FEMMINILE, QUAL’è IL TUO PARERE SUL MOMENTO DELLE NOSTRE AZZURRE? 

-“Il tennis femminile italiano sta andando benissimo, con questa Pennetta che vincendo il torneo di Indian Wells si è avvicinata molto alla Errani arrivando a ricoprire la 16° posizione mondiale contro la 12° di Sara: il momento è molto buono, abbiamo vinto diverse Federation Cup, il doppio Errani-Vinci ha vinto quest’anno 2 tornei dello Slam e non vedo grandi problemi all’orizzonte”

TI CHIEDO ALLORA UN PARERE SUL MOVIMENTO MASCHILE, IN PARTICOLARE SU FOGNINI E QUINZI…

-“Il movimento degli uomini è migliorato tantissimo rispetto al passato, ma non è ancora a livello di quello delle donne. Il tennista di riferimento è ovviamente Fognini, che come ho sempre detto ha troppi alti e bassi, deve dimostrare ancora tutto il suo potenziale. Quinzi, devo essere sincero, non lo conosco altrettanto bene ma so che è un mancino molto forte dal punto di vista fisico e con un grande servizio, si dice che il suo gioco sia simile a quello di Rafa Nadal, ma giocare come lo spagnolo non è affatto facile…”

FOGNINI DEVE GIOCARE UN MATCH CRUCIALE PER LA COPPA DAVIS CONTRO ROGER FEDERER: NEL 2002 HAI BATTUTO LO SVIZZERO A MILANO, QUALCHE CONSIGLIO?

-“Non penso che Fabio abbia bisogno di consigli, tutti sanno come gioca Federer: è necessario che serva bene, serve un’alta percentuale di prime palle in campo e non può permettersi i soliti alti e bassi mentali perchè Roger non ti lascia scampo sotto questo punto di vista”

UN’ULTIMA DOMANDA: MARIN CILIC HA RECENTEMENTE SCONVOLTO IL MONDO DEL TENNIS CONQUISTANDO GLI US OPEN, SOLO UN EXPLOIT O L’ERA DEI “FANTASTICI 4” STA PER FINIRE?

-“Ogni regno prima o poi deve concludersi e quello dei “fantastici 4” non fa eccezione: ad esempio Federer comincia ad avere un’età importante, non a caso è diversi anni che non riesce a conquistare uno Slam, tuttavia io credo che Djokovic abbia i mezzi per affermarsi come numero 1 anche nella prossima stagione. Alla fine però è giusto e naturale che arrivino questi grandi scossoni e che i giovani riescano a conquistare sempre più spesso tornei importanti come lo Us Open

Si ringrazia ovviamente Davide Sanguinetti per la sua grande disponibilità. La riproduzione anche parziale del contenuto dell’intervista può avvenire soltanto previa citazione del sito www.sportcafe24.com .

Jacopo Bertone (@JackSpartan92)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *