Alex Rivolta
No Comments

Vuelta, Contador sfida Froome sul Puerto de Ancares. La presentazione della 20ma tappa

Ultima tappa di alta montagna per la Vuelta che si conclude domani, e probabilmente ultima chance per Chris Froome di tentare l'impresa e superare Contador

Vuelta, Contador sfida Froome sul Puerto de Ancares. La presentazione della 20ma tappa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Saranno i 185 chilometri che dividono Santo Estevo de Ribas de Sil e Puerto de Ancares a decidere con molta probabilità la Vuelta di Spagna 2014, una tappa durissima con continui cambi di pendenza che non lascerà scampo a chi non ha più benzina nelle gambe.

altimetria 20a tappa vuelta

altimetria 20a tappa vuelta

SANTO ESTEVO-PUERTO DE ANCARES – Dopo i primi 109 chilometri che non dovrebbero creare particolari insidie, lasciando al massimo spazio a qualche corridore per una fuga da lontanissimo, comincia la serie di Gran premi della montagna. Il primo è l’Alto de Villaesteva un GPM di 2a categoria con pendenze medie attorno al 5,3%, neanche il tempo di tirare il fiato che uno in fila all’altro la corsa roja si troverà a dover scalare l’Alto de O Lago, salita di terza categoria al 4% di media, l’Alto de Restelo e soprattutto i 9,7 chilometri dell’Alto de Folgueiras de Aigas, GPM di 1a categoria con pendenza media attorno al 6,7%. Superato questo trittico il peggio non è ancora alle spalle visto che a 13 chilometri dallo striscione del traguardo arriva il momento della salita finale, il Puerto de Ancares (GPM fuori categoria), 12,7 chilometri al 8,7% di pendenza media con punte massime che toccano il 18%, la salita presenta pochissimi tornati essendo un vero e proprio muro con lunghi rettilinei tutti con pendenze superiori al 10 %.

I FAVORITI – I papabili vincitori della tappa di oggi sono i soliti scalatori che si stanno contendendo anche la vetta della classifica generale, con Alberto Contador pronto a difendere il vantaggio di 1 minuto e 19 secondi che lo separa da Chris Froome del Team SKY. Proprio Froome è l’uomo del giorno visto che la cronometro di 10 chilometri di domani a Santiago non dovrebbe rappresentare un’insidia per Contador e quindi il nativo di Nairobi se vorrà strappare la maglia roja all’avversario oggi dovrà fare i fuochi d’artificio in salita. Alle loro spalle la battaglia sarà fra il nostro Fabio Aru attualmente quinto in classifica generale e in cerca del terzo successo in salita in questa edizione della Vuelta e gli spagnoli Alejandro Valverde e Purito Rodriguez rispettivamente terzo e quarto della classifica generale.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *