Simone Viscardi
No Comments

Fiba World Cup, semifinali: continua il sogno della Serbia, Francia Ko

I balcanici si confermano la sorpresa della manifestazione, e nell'atto conclusivo affronteranno gli Usa. La Francia è ammirevole, ma si sveglia troppo tardi

Fiba World Cup, semifinali: continua il sogno della Serbia, Francia Ko
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Da un lato i castigatori della Grecia, dall’altro la squadra capace di eliminare clamorosamente i padroni di casa della Spagna. Serbia e Francia si affrontano nella seconda semifinale della Fiba World Cup. In palio, un posto nella finalissima contro gli Stati Uniti. A spuntarla è la Serbia di Bogdanovic, che corona un torneo sensazionale sconfiggendo i campioni d’Europa in carica. Ecco come è andata nella sintesi di SportCafe24.

SERBIA-FRANCIA 90-85

Boris Diaw, la sua presenza non è bastata alla Francia.

Boris Diaw, la sua presenza non è bastata alla Francia.

Boris Diaw mette subito in chiaro le cose, conducendo nei primi minuti gli attacchi dei suoi e dominando fisicamente il parquet. La Serbia reagisce, e Teodosic scava un primo solco col parziale di 9 a 0 che indirizza il match verso Belgrado. L’esperienza dei francesi riesce a evitare una immediata fuga avversaria, ma al primo intervallo gli uomini di Djordjevic sono comunque avanti di 6 lunghezze. Teodosic, nel secondo quarto, è semplicemente immarcabile: prima confeziona il break che porta la Serbia sul +15, e poi – dopo un timido rientro della Francia – ricaccia indietro i transalpini blindando il vantaggio di fine primo tempo. Coach Collet, ad inizio secondo tempo, schiera il quintetto piccolo, capace si di limitare lo strapotere serbo, ma non di rosicchiare qualche punto. Vista l’impossibilità di raggiungere il ferro avversario, la Francia prova a bombardare dall’arco negli ultimi 10 minuti di gioco. Il trucchetto, a sorpresa, sembra funzionare. Batum e Diaw trascinano i Bleus fino al -3, con un minuto abbondante da giocare. Krstic porta respiro ai suoi, Heurtel rifa sotto i galletti, ma è Kalinic – freddissimo dalla lunetta – a consegnare partita e finale alla Serbia.

TABELLINO –

FRANCIA: Heurtel 12 (6 assist), Batum 35, Diot 2, Lauvergne 4, Kahudi ne, Jackson 3, Fournier 10, Pietrus, Gobert 4, Diaw 13 (10 rimbalzi), Tillie ne, Gelebale 2.

SERBIA: Teodosic 24, Simonovic 2, Jovic, Bogdanovic 13, Bjelica 10 (7 rimbalzi e 5 assist), Markovic 11, Kalinic 8, Bircevic, Krstic 11, Raduljica 11, Katic ne, Stimac ne.

LE PAGELLE –

HEURTEL voto 6,5 : Potrebbe diventare l’eroe della nottata, col canestro del -2 a 17 secondi dalla fine, ma il successivo tiro decisivo non ha fortuna, e la Storia prende un’altra strada.

BATUM voto 7,5 : Il suo sforzo è encomiabile, segna punti impossibili e sfiora (con pochi aiuti) una rimonta pazzesca.

TEODOSIC voto 8 : Se la Serbia è in finale gran parte del merito è suo. Vero trascinatore, è l’uomo sul quale fanno affidamento i suoi nei momenti decisivi. E la sua mano è calda, eccome.

BOGDANOVIC voto 6 : Più in ombra rispetto ad altre occasioni, raggiunge comunque la doppia cifra. Con gli Usa, in ogni caso, servirà ben altra sostanza.

Simone Viscardi (@simojack89)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *