Jacopo Bertone
1 Comment

Milan, Galliani vuole un diavolo rosso, nero e…azzurro! La Top 11 del futuro

Il dirigente del club più titolato al mondo auspica una squadra sempre più italiana, quali potrebbero essere i nomi che comporranno l'11 del Milan del futuro?

Milan, Galliani vuole un diavolo rosso, nero e…azzurro! La Top 11 del futuro
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Gli 11 italiani del Milan del futuro

Gli 11 italiani del Milan del futuro

Adriano Galliani ha recentemente dichiarato :” Nel futuro ci sarà un Milan sempre più italiano“. Ce la siamo immaginata questa squadra, con tanti giovani, qualche conferma e un paio di novità, il tempo ci dirà se abbiamo visto giusto!

PERIN – Il portierino del Genoa piace molto alla dirigenza rossonera che ha già provato a strapparlo alla fine dello scorso campionato al club di Preziosi, senza riuscire nell’impresa. Chissà che nella prossima Estate il “condor” non riesca ad averla vinta e a procurare al Milan un estremo difensore tanto giovane quanto promettente…

ABATE – Prodotto del settore giovanile, Ignazio Abate occupa la fascia destra di San Siro già da diverse stagioni e con ogni probabilità lo farà ancora a lungo, magari affinando ulteriormente quei piedi attaccati a due gambe da velocista di livello assoluto.

ALBERTAZZI – Un ottimo campionato tra le file del Verona ha convinto il Milan a riportare alla base questo giovane difensore centrale, all’occorrenza in grado di fare anche il terzino sinistro. In futuro potrebbe essere una risorsa importante, anche perchè già adesso fisico e professionalità sono a livelli di eccellenza assoluta, si vedrà.

OGBONNA – Da tempo immemore il club del presidente Berlusconi è alla ricerca di un difensore centrale mancino in grado di impostare gioco, in Italia l’interprete principe di questo ruolo è Angelo Ogbonna, ex capitano del Torino e ora alla Juventus. I rapporti tra Galliani e Marotta sono buonissimi, il ragazzo piace e molto al Milan che lo ha già cercato in tempi non sospetti, chissà che in futuro non si aprano scenari più concreti…

DE SCIGLIO – Altro ragazzo venuto su nei campi di Milanello: fino a poco tempo fa considerato l’asset più significativo del calciomercato rossonero, adesso Inzaghi ha scelto di farne il simbolo di questo Milan, una scommessa che, modesta opinione di chi vi scrive, si rivelerà vincente.

BONAVENTURA – Oltre alle lacrime un po’ cinematografiche del suo arrivo, questo ragazzo ha tanto da dare sia in termini di qualità che di quantità: acquisto prezioso, forse uno dei migliori dell’Estate.

MONTOLIVO – La prossima grande bandiera del nostro calcio, poco importa se la sua proverbiale lentezza gli impedisce di diventare un campione assoluto, sprizza stile Milan e classe calcistica da ogni poro: una sicurezza.

SAPONARA – Dopo essere stato etichettato come il futuro prodigio del nostro calcio, l’ex Brescia si è un po’ perso (complice anche un infortunio vigliacco e tediante come la pubalgia) per ripresentarsi ai nastri di partenza della stagione 2014/2015 carico e integro. Con un allenatore come Inzaghi che sembra intenzionato a dar spazio ai giovani, Saponara potrebbe regalare grandi soddisfazioni al popolo milanista.

EL SHAARAWY – Gliene sono successe di tutti i colori l’anno scorso, ma la testardaggine ligure e l’orgoglio egiziano l’hanno riportato alla forma migliore: talento indiscutibile, velocità ammorbante e intelligenza incontestabile fanno del ragazzo di Savona uno dei più grandi attaccanti in circolazione, lo ha dimostrato e, statene certi, lo dimostrerà ancora.

PETAGNA – Fisico da corazziere, mentalità umile e ottimo senso del goal: Petagna è un giovane su cui il Milan ha puntato e punta ancora, nonostante le parziali delusioni dell’anno scorso; sarà decisiva l’annata a Latina per stabilire se il ragazzo è da Milan o meno, ma le potenzialità ci sono tutte.

MASTOUR – Questo giocoliere oriundo dal talento smisurato è il volto del Milan del (dopo)domani, la dirigenza lo coccola e il micino risponde con prestazioni eccezionali nei campionati giovanili. La quantità di cose che i suoi piedi possono fare su un campo da calcio è smisurata, i tifosi non vedono l’ora di vederlo all’opera sull’erba di San Siro, la sua classe lo porterà ben prima di quanto si pensi nel calcio dei grandi: è una promessa!

Jacopo Bertone (@JackSpartan92)

Share Button

One Response to Milan, Galliani vuole un diavolo rosso, nero e…azzurro! La Top 11 del futuro

  1. Fabio 12 settembre 2014 at 18:41

    Che stronzata di articolo. Senza fondamento…certi nomi che al milan nom giicherebbero manxo in serie c o al circo…

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *