Matteo Masum
No Comments

Vuelta 2014, presentazione della diciannovesima tappa

Percorso per velocisti, ma la salita nel finale rischia di cambiare le carte in tavola

Vuelta 2014, presentazione della diciannovesima tappa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Michael Matthews, uno dei favoriti per la tappa odierna

Michael Matthews, uno dei favoriti per la tappa odierna

Ultima tappa per le ruote veloci, prima del weekend che chiuderà questa fantastica Vuelta. Un percorso di 180,5 km che presenta due Gpm, il secondo dei quali in grado di scompaginare i piani delle squadre dei velocisti.

SALVATERRA DO MINO-CANGAS DO MORRAZO- Come detto, il tracciato non è particolarmente duro, svolgendosi gran parte della tappa su un terreno assolutamente pianeggiante. Il problema, per i velocisti, consiste nel fatto, non trascurabile, che il secondo Gpm di giornata è situato ai -15 dall’arrivo, rendendo non sicuro un eventuale finale allo sprint. La prima asperità è l’Alto do Monte da Groba, che i corridori affronteranno dopo 75 km. Questa salita, di 2a categoria, misura 12 km, e presenta una pendenza media del 4,2%. Siamo difronte ad una scalata tutt’altro che impossibile, ma gli attaccanti presenti in gruppo potrebbero provare a giocarsi le loro ultime occasioni. Molto più breve, ma decisamente più dura, la seconda salita, l’Alto Monte Faro. Lunga 4,7 km al 7% di media, la sua vetta è collocata a 15 km dall’arrivo. Non troppi per escludere un arrivo in volata, non pochi per darlo come certo.

I FAVORITI- Difficile fare pronostici su una tappa del genere. In caso di arrivo in volata, i favoriti sono i soliti noti, con John Degenkolb sprinter, fino ad ora, quasi imbattibile. Michael Matthews proverà a dire la sua, così come Peter Sagan, che, al pari del tedesco della Giant, è in grado di tenere anche sulla salita, qualora il ritmo non dovesse essere infernale. Discorso diverso, ovviamente, se le squadre dei velocisti non dovessero riuscire a tenere la corsa, avendo già mostrato segni di stanchezza nel corso della tappa di due giorni fa.

Matteo Masum

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *