Alex Rivolta
No Comments

Juventus: infermeria piena, Allegri pensa alla difesa a 4

A tre giorni dal match contro l'Udinese, Max Allegri deve far fronte a un'emergenza infortuni nella Juventus, e perciò pensa di passare alla difesa a quattro

Juventus: infermeria piena, Allegri pensa alla difesa a 4
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Squadra che vince non si cambia, questo è stato il filo conduttore della prima Juventus targata Allegri che ha sconfitto il Chievo Verona al debutto in serie A. E proprio per questo il tecnico livornese aveva deciso di affidarsi al classico 3-5-2 Contiano nonostante mancassero due dei tre titolari in difesa ed i risultati sono stati più che buoni.

Andrea Barzagli difensore della Juventus dal 2011

Andrea Barzagli, dopo l’operazione è quasi pronto al rientro in campo

EMERGENZA INFORTUNI – Superata la sosta delle nazionali però Allegri avrà a disposizione ancora meno giocatori di quelli su cui aveva potuto lavorare prima della sfida di Verona visto che insieme a Chiellini e Barzagli – ancora entrambi indisponibili almeno fino a settimana prossima – e ai soliti Pirlo e Morata, dovrà fare a meno anche di Luca Marrone e probabilmente di Arturo Vidal tornato malconcio dal Cile. Tante defezioni che sembra spingeranno l’ex allenatore di Cagliari e Milan a passare alla difesa a quattro con l’obiettivo di testare il nuovo modulo in campionato dopo averlo visto durante l’estate.

DIFESA A QUATTRO – Che lo schieramento con quattro difensori sia più congeniale ad Allegri non è una novità visto che di solito le sue squadre giocano con il 4-3-1-2 o il 4-3-3 ed infatti anche durante questi giorni di sosta senza i nazionali lo ha testato sia per la difesa che per l’attacco con l’inedito tridente Morata-Llorente-Tevez. In difesa, visti i tanti infortunati, sicuramente insieme all’inamovibile Bonucci – in gol ieri con la maglia della nazionale – il ballottaggio sarà fra Caceres ed Ogbonna per la coppia centrale, con Lichtsteiner terzino destro e uno fra Asamoah ed Evra sulla corsia di sinistra, per il francese si tratterebbe anche del debutto in serie A.

Per quanto riguarda gli altri reparti al posto di Pirlo giocherà ancora Claudio Marchisio che bene ha fatto nel ruolo di regista davanti alla difesa e nel caso probabile in cui non recuperasse Vidal, spazio al Tucumano Roberto Pereyra che è stato fra i più positivi nel precampionato. In attacco – nonostante il grande debutto di Kingsley Coman contro il Chievo Verona – giocheranno Tevez e Fernando Llorente.

Alex Rivolta

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *