Dario Di Ponzio
No Comments

Qualificazioni Euro 2016: colpi Slovacchia e Inghilterra. Risultati e marcatori Gruppo C, Gruppo E e Gruppo G

L'Inghilterra e la Slovacchia strappano importanti successi fuori casa con Svizzera e Ucraina mentre Capello riparte da un 4-0 al Lichtenstein

Qualificazioni Euro 2016: colpi Slovacchia e Inghilterra. Risultati e marcatori Gruppo C, Gruppo E e Gruppo G
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

GRUPPO C:

Ucraina 0-1 Slovacchia (17° Mak) – Moduli speculari per le formazioni di Fomenko e Kozak, entrambe schierate con il 4-2-3-1 in un incontro che gia potrebbe essere uno spareggio per il secondo posto (Bielorussia permettendo) nel girone C.
E’ Robert Mak a consegnare la prima e storica vittoria della Slovacchia in Ucraina.
Il goal dell’ala d’attacco del Paok arriva dopo 17 minuti dove l’Ucraina appariva maggiormente in controllo della gara, con Yarmolenko e Zozulja pericolosi pur senza mai realmente mettere in difficoltà l’estremo difensove slovacco Kozacik.
Strepitoso specialmente l’assist di Marek Hamsik, perfettamente finalizzato da Mak.
Fomenko prova a svegliare i suoi aumentando la pressione offensiva ma sono proprio Hamsik dapprima e successivamente Pekarik a far tremare la porta di Pyatov.
Ultimissima occasione della partita è proprio creata da Pyatov, che in pressione offensiva nell’ultimo angolo della partita va a siglare il goal del pareggio, non prima di vederselo annullato a causa di un fallo ai danni di Kozacik.

ALTRE PARTITE:
Spagna 5-1 Macedonia (16° Sergio Ramos (R) – 17° Paco – 48° Busquets – 50° Silva – 91° Pedro / 28° Ibraimi)
Lussemburgo 1-1 Bielorussia (42° Gerson / 78° Drahun)

GRUPPO E:

Svizzera 0-2 Inghilterra (58°-94° Welbeck) – A Londra gia lo hanno ribattezzato “l’uomo da 16 milioni di sterline”, cioè l’ex United Danny Welbeck.
Partita tutto fuorchè liscia per l’Inghilterra, grazie anche ad un Joe Hart finalmente sui suoi livelli che dapprima ferma con un grande intervento l’ex Novara Seferovic, dopodichè viene aiutato da un salvataggio di Cahill sulla linea.
Il nuovo modulo con centrocampo a “diamante” schierato da Hodgson da i risultati sperati, Wilshere davanti la difesa protegge ottimamente il duo formato da Cahill e Jones mentre Sterling aziona con costanza le punte Welbeck e Rooney.
Nella Svizzera confermate le ottime impressioni su Shaqiri oltre a uno Xhaka finalmente sui suoi livelli dopo un mondiale molto deludente.
Tutto da rifare per la Svizzera del neo allenatore Vladimir Petkovic, ancora troppo”Shaqiri dipendente” e alla ricerca del vero Drmic, tanto efficace in Bundesliga quanto spento con la maglia crociata tra mondiali e prime amichevoli del nuovo corso Petkovic.

ALTRI RISULTATI:
San Marino 0-2 Lituania (5° Matulevicius – 36° Novikovas)
Estonia – Slovenia (86° Purje)

GRUPPO G:

Austria 1-1 Svezia (7° Alaba (R) / 12° Zengin) – Esattamente come quello tra Slovacchia e Ucraina, anche quello tra Austria e Svezia appare essere il vero scontro per il secondo e terzo posto del Gruppo G.
Le due nazionali sembrano esserne consapevoli e cosi la partenza è sprint.
Il “tuttofare” Alaba è la freccia austriaca dei primi minuti, con corse continue a mettere in difficoltà il dirimpettaio Bengtsson.
Ed è proprio da un cross di Alaba che arriva il fallo di mano di Larsson che consegna tra i piedi del giocatore del Bayern Monaco il rigore del vantaggio.
Stecca la partita Ibrahimovic, ottimamente chiuso dal blocco austriaco e ammonito per un duro contrasto con Martin Harnik.
Non stecca al suo primo goal in nazionale Erkan Zengin, schierato esterno con Durmaz nel tridente ai lati di Ibra e che si rivela decisivo per il futuro del cammino svedese grazie a un importante pareggio.
I quasi 50.000 dell’Ernst Happel Stadion cosi sono costretti a osservare gli errori sottorete di Baumgartlinger e Janko, imprecisi e sfortunati nel trovare un super Isaksson.
Rimpianti anche per Marcel Koller, tecnico austriaco, che a fine partita rimpiange proprio la mancanza di realizzazione di fronte a una Svezia presentatosi con l’obiettivo del pareggio.

ALTRI RISULTATI:
Russia 4-0 Liechtenstein (4° Buchel (A) – 50° Burgmeier (A) – 54° Kombarov (R) – 65° Dzyuba)
Montenegro 2-0 Moldavia (48° Vucinic – 73° Tomasevic)

Dario Di Ponzio

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *