Giuseppe Landi
No Comments

Italia, Conte in conferenza: “Norvegia squadra ostica, non sarà facile”

E su Lotito: "In qualità di consigliere ha tutto il diritto di seguire la Nazionale"

Italia, Conte in conferenza: “Norvegia squadra ostica, non sarà facile”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il ct dell’Italia, Antonio Conte, parlerà in conferenza stampa a 24 ore dall’esordio in gare ufficiali. Domani infatti, la Nazionale azzurra affronterà la Norvegia, gara valida per la prima giornata delle qualificazioni ai prossimi Europei.

RIVIVI LA CONFERENZA STAMPA DEL CT CONTE

“C’è tanta emozione, gioia e felicità per la prima gara di qualificazione. C’è voglia di fare bene. Vedrete una squadra piena di entusiasmo”.

Sulle polemiche Lotito-Chiellini: “Non le considero nemmeno polemiche. Per quanto riguarda Lotito, mi è stato spiegato che in qualità di consigliere ha tutto il diritto di seguire la Nazionale. Finché non mi dà fastidio dal punto di vista calcistico, va tutto bene (ride, ndr). Ma so che non si permetterebbe mai. Per quanto riguarda la vicenda Chiellini, ci servirà da esperienza per gestire meglio la situazione la prossima volta. Giorgio era infortunato, adesso è tornato alla Juve e va bene così. Non avrebbe comunque giocato”.

Sulle emozioni: “Abbiamo lavorato molto bene in questi giorni con i ragazzi, sono molto contento. Hanno già capito la mia idea di calcio, abbiamo intrapreso la straga giusta”.

Sulla differenza tra club e Nazionale: “E’ molto più facile allenare un club perchè trasferisci rapidamente la tua idee ai giocatori. In Nazionale hai solo 9 giorni, ma ho avuto la fortuna di avere giocatori che già mi conoscevano”.

Sugli stranieri: “L’importante è che le idee si mettano in pratica, non solo con le parole. Servono i fatti”.

Sulla Norvegia: “E’ una squadra ostica, corta e molto attenta alla fase difensiva. Bisogna prenderla con le molle, in Europa e nel Mondo si deve avere rispetto di tutti. Non sarà facile, metteremo in campo agonismo, intensità e voglia di vincere. Ma dovremo fare molta attenzione”.

Sulla formazione: “Giocherà Buffon…ma credo l’abbiate capita la formazione”.

Sulla vicenda Chiellini: “Da parte mia ci sarà sempre un passo avanti verso società e allenatori. Serve collaborazione per riportare in alto i colori azzurri. Con la Juventus non ci saranno problemi, abbiamo bisogno di tutti”.

Sulla Ferrari: “La storia della Rossa è molto bella, ci sono tantissime vittorie. In questi anni sono stati conseguiti risultati importanti a livello economico. Ci auguriamo che la Ferrari possa tornare a vincere, è come la Nazionale”.

Sul rapporto con i giocatori: “Penso non bastino le vittorie, la credibilità devo guadagnarla ogni giorno, cercando di avere rispetto e pretendendolo. Si può fare tantissimo, ma basta un giorno per perdere credibilità. Anch’io ho fatto il calciatore, so che nel tempo libero capita di divertirti. Ma non parlo di questo con loro, sono degli uomini non dei bambini. E’ inevitabile pretendere il massimo in allenamento, sono una persona che cerca di far rispettare le regole. Faccio soltanto quello che facevano i miei allenatori. Mi interessa soltanto che la mia idea di calcio attragga il giocatore”.

In conferenza è intervenuto anche Bonucci, che ha dichiarato: “In una squadra di calcio c’è un allenatore che decide, noi giocatori dobbiamo rispettare le regole. Questo è segreto di vittorie. Abbiamo iniziato a studiare la Norvegia due giorni fa, giocano con un 4-5-1 che esalta le loro qualità sugli esterni e in attacco. Ranocchia? Ci troviamo a meraviglia, a Bari abbiamo fatto 6 mesi importanti”.

@PepLandi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *