Jacopo Bertone
No Comments

Nazionale, Pirlo dà la disponibilità a Conte: della classe non ci si stanca mai…

Il centrocampista della Juve ci ripensa e ritorna a vestire di azzurro, ma non è il primo tra i grandi a fare marcia indietro

Nazionale, Pirlo dà la disponibilità a Conte: della classe non ci si stanca mai…
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Antonio Conte ed Andrea Pirlo, un binomio vincente

Antonio Conte ed Andrea Pirlo, un binomio vincente

I’m back”, alla Jordan, ce lo vogliamo immaginare così Andrea Pirlo nel momento in cui comunica ad Antonio Conte la sua volontà di rivestirsi di azzurro, ancora una volta, perchè l’allenatore è quello giusto, perchè giocare a calcio è ancora la cosa che gli piace di più al mondo, per dimostrare che la classe è intramontabile; Una scelta affascinante, di grande personalità, che tanti altri campioni hanno compiuto in passato, vediamo quali.

STRINGIAMCI A COO(N)TE – Andrea Pirlo torna in Nazionale, oramai il dubbio non esiste più e dopo le dichiarazioni rilasciate direttamente sull’aereo di ritorno dal mondiale brasiliano nella giornata di ieri è arrivata la conferma ufficiale da parte del numero 21, purtroppo ancora alle prese con l’infortunio all’anca e impossibilitato a giocare contro la Norvegia. “Ho fatto una chiacchierata con Conte, mi ha chiesto la disponibilità a tornare e gliel’ho data. E’ stata una decisione difficile, volevo smettere con la Nazionale ma il mister mi ha chiesto di dargli una mano e sono contento di poterlo fare, c’è tutto quello che serve per far bene“, queste le parole del classe ’79 che ha ammesso la difficoltà della decisione, ma la sfida era troppo allettante per passare la mano, vedremo se la la barba più elegante d’Italia riuscirà ancora ad “impressionare” gli appassionati.

NON SOLO PIRLO – E’ bene ricordare che la scelta di fare ritorno alla nazionale è un numero che molti assi del pallone hanno compiuto nel corso della storia, come nel caso di Zlatan Ibrahimovic, che dopo non essere riuscito a qualificarsi al Mondiale del 2010 diede addio alla nazionale, salvo poi farvi ritorno qualche mese più tardi, da capitano e incantare con i suoi numeri il pubblico scandinavo, vi suggeriamo di dare un’occhiata al goal in rovesciata da 40 metri all’Inghilterra: antologia del calcio. Anche un altro grande bomber ha recentemente fatto marcia indietro, parliamo di Ruud Van Nistelrooy, ritiratosi dalla nazionale nel 2008 e richiamato nel 2010 da Van Marwijk per le qualificazioni agli Europei del 2012, andando tra l’altro in goal contro la non irresistibile compagine di San Marino. Per finire ecco un altro olandese, Clarence Seedorf, sparito dai radar sotto la gestione Van Basten e rivestitosi nuovamente di “orange” dopo il passo indietro del cigno di Utrecht, salvo poi rinunciare all’ultimo momento alla convocazione per gli Europei del 2008, perchè il genio, specie quello associato ai palloni da calcio, è un parente molto stretto della follia.

Jacopo Bertone (@JackSpartan92)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *