Simone Viscardi
No Comments

Fiba World Cup, Ottavi: troppo Gasol per il Senegal, avanti la Spagna

I padroni di casa travolgono gli africani a Madrid. Finisce 89-56, per la Spagna nei quarti ci sarà la Francia

Fiba World Cup, Ottavi: troppo Gasol per il Senegal, avanti la Spagna
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dopo la passeggiata nel girone di qualificazione di Granada, la Spagna arriva a Madrid per affrontare il Senegal negli ottavi di finale del Mondiale casalingo. Padroni di casa che iniziano a spron battuto, con un Rubio sugli scudi fin dalla palla a due e in vena di assist da mago del parquet. A ricevere la grazia del play di Minnesota è Pau Gasol, ancora una volta voglioso e cattivo come ai tempi belli sotto il canestro avversario. Nei primi 3 minuti gli africani non sono pervenuti, ma riescono a svegliarsi in tempo per impedire alla Spagna di scappare già nel primo quarto. D’Almeida e Faye producono buone soluzioni in attacco, mentre i lunghi tengono botta a rimbalzo. La prima frazione finisce così 23-17, con la sensazione che la Spagna non abbia ancora dato l’accelerata definitiva.

Ricky Rubio,tra i migliori nelle Furie Rosse.

Ricky Rubio,tra i migliori nelle Furie Rosse.

Il secondo quarto parte ancora all’insegna delle furie rosse, con un parziale di 5-0 immediato su cui mette la firma anche Fernandez, con una rubata e contropiede in solitario che lascia ben intendere qual è l’inerzia della partita. Il Senegal soffre, però in qualche modo rimane in linea di galleggiamento. Addirittura i giocatori in maglia verde riescono a rosicchiare qualche punto alla Spagna, ma la tripla di Llull spegne le illusioni, insieme ad una doppia stoppata consecutiva di Ibaka. A complicare le cose per la Spagna c’è anche l’imprecisione ai liberi, ma il Senegal spreca ogni possibilità di avvicinamento. Clamoroso quello che succede a 3 minuti dalla fine del primo tempo: Gasol va a schiacciare per l’ennesima volta, e da dietro un senegalese lo spinge; la palla entra nel canestro da sotto, ma gli arbitri clamorosamente non se ne accorgono e convalidano il canestro per il 35-26 Spagna. In ogni caso, il primo tempo finisce con la Roja avanti di 13 punti (41-28).

Nella seconda parte di gara la Spagna getta la sua ombra sul match, allungando ancora in avvio di quarto e trovando la fuga decisiva. Per il +22 arriva anche una tripla di Marc Gasol, non necessariamente la specialità della casa. Nell’ultimo quarto le Furie Rosse amministrano il vantaggio, chiudendo infine 89-56.

TABELLINO

Spagna-Senegal 89-56

SPAGNA: P.Gasol 17 punti, M.Gasol 6 rimbalzi, Rubio 6 assist.

SENEGAL: Faye 12 punti, Thomas 7 rimbalzi, D’Almeida 4 assist.

TOP&FLOP – Tra i migliori sicuramente troviamo Ricky Rubio e Pau Gasol. Il primo sciorina giocate di classe unite a una buona presenza a rimbalzo, mentre il secondo è sempre più leader di una squadra che aspetta solo l’impatto con gli Usa per scoprire il proprio reale valore. Faye e D’Almeida sono tra i pochi a salvarsi nel Senegal, o quantomeno sono gli unici a creare qualcosa in attacco, evitando 40 minuti di monologo spagnolo. Difficile trovare qualche flop, ma le difficoltà al tiro (sia a cronometro fermo che dal campo) di Navarro potrebbero essere pesanti quando il gioco si farà più duro. Nota di demerito anche per Fernandez, troppo nervoso a partita ormai chiusa.

Simone Viscardi (@simojack89)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *