Davide Terraneo
No Comments

Calciomercato Inter: Ausilio sbugiarda Galliani, Guarin verrà riciclato

La mancata cessione di Guarin, l'arrivo di Bonventura sfumato e gli acquisti di Dodò, M'Vilà e Medel. Il d.s. nerazzurro parla delle trattative estive con soddifazione

Calciomercato Inter: Ausilio sbugiarda Galliani, Guarin verrà riciclato
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Neanche una settimana dopo l’ultimo atto del calciomercato, il d.s. dell’Inter Piero Ausilio parla del mercato nerazzurro, soffermandosi in particolare sull’acquisto sfumato di Giacomo Bonaventura, poi passato al Milan, e su Fredy Guarin, rimasto alla corte di Mazzarri.

BONAVENTURA SBLOCCATO – Riguardo all’ex giocatore dell’Atalanta, Ausilio ammette che “C’erano due calciatori bloccati da tempo. Nel momento in cui Guarin è stato tolto dal mercato, noi abbiamo correttamente chiamato l’Atalanta e lo abbiamo comunicato“. Dichiarazioni contrastanti con quelle del d.s. rossonero Adriano Galliani, secondo il quale il giocatore era già a Milano pronto per aggregarsi alla rosa dell’Inter. Difficile sapere cosa sia accaduto realmente quel primo giorno di settembre, ma l’unica certezza rimane quella che il centrocampista giocherà per la squadra allenata da Inzaghi.

Fredy Guarin in gol contro il Trapani

Fredy Guarin, rimasto all’Inter con il nuovo progetto di diventare una punta

IL RICICLO DI GUARIN – Per quanto riguarda l’atleta colombiano, il d.s. dell’Inter rivela che “Per Guarin è pronto un nuovo progetto tattico, condiviso con soddisfazione sia dal tecnico, sia dal giocatore, che andrà a supporto del reparto offensivo. Reparto che, con Palacio, Icardi, Osvaldo, oltreché Puscas e Bonazzoli, è coperto ed equilibrato”. E’ dunque confermata l’ipotesi di vedere l’ex giocatore del Porto come quarto attaccante, andando  completare un reparto che appare poco preparato per coprire le tre competizioni a cui partecipa l’Inter in questa stagione.

IL BILANCIO – Nonostante la mancanza di movimenti nell’ultima settimana, è un mercato positivo secondo Ausilio, che ricorda come la società di Thohir sia riuscita a ridurre il monte ingaggi a circa 70 milioni di euro, riuscendo contemporaneamente a portare l’età media a 25,6 anni. Sicuramente un passo avanti in prospettiva, per una rosa che comprende, come ricorda il d.s., giocatori incedibili come Kovacic e Icardi, a cui sono stati aggiunti Dodò, M’Vilà, Medel e Osvaldo. Il colpo Vidic invece era già stato preso in considerazione a gennaio, ed è stata un’opportunità che non è sfuggita alla dirigenza. Se l’ottimismo di Ausilio sarà in grado di coinvolgere l’ambiente Inter il progetto Mazzarri ne trarrebbe sicuramente beneficio. Ma sarà dura.

Davide Terraneo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *