Alex Rivolta
No Comments

Vuelta, presentazione 12esima tappa

Dopo le montagne che hanno visto trionfare Fabio Aru nella giornata di ieri oggi la vuelta torna in pianura con una tappa tutta in circuito a Logrono

Vuelta, presentazione 12esima tappa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Ieri i fuochi d’artificio sulle rampe della corsa spagnola con Nairo Quintana che alza bandiera bianca e si ritira dopo una caduta e Fabio Aru che da campione stacca tutti e conquista la tappa, oggi invece gli uomini di classifica possono tirare un pò il fiato lasciando spazio alle ruote veloci.

LOGROÑO – LOGROÑO – Tappa particolare quella di oggi, tutta fatta sullo stesso circuito con partenza e arrivo a Logroño che viene riproposta alla Vuelta dopo che due anni fa a vincere fu John Degenkolb. I chilometri da percorrere saranno 166 facendo otto giri del circuito che non presenta vere salite se non uno strappo che però dovendolo ripetere otto volte potrebbe creare qualche problema alle squadre dei velocisti stanche dopo le fatiche in altura dei giorni scorsi. Per il resto tanta pianura che salvo qualche temerario disposto a lanciarsi in fuga da lontano cercando la vittoria di tappa dovrebbe lasciare la scena agli sprinter per l’arrivo finale.

I FAVORITI – Come detto in precedenza due anni fa a trionfare fu John Degenkolb della Giant Shimano e il tedesco anche oggi parte favorito, al solito il suo rivale numero uno sarà Nacer Bouhanni. Da non sottovalutare però altri nomi illustri come quello di Peter Sagan della Cannondale e di Tom Boonen (OPQS) mentre per quanto riguarda gli azzurri possiamo tifare per un successo di Sbaragli o di Roberto Ferrari della Lampre.

Giornata che non dovrebbe presentare pericoli per i big della classifica generale che puntano a tirare il fiato dopo la giornata di ieri ricca di fatica ed emozioni. Il leader della corsa Alberto Contador terrà a vista il rivale Alejandro Valverde che con solo 20 secondi da recuperare alla maglia Roja ha la concreta possibilità di battagliare per la vittoria finale nonostante la perdita del compagno/rivale Quintana.

Alex Rivolta

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *