Matteo De Angelis
No Comments

Lega Pro, l’analisi della 1a giornata dei tre gironi

Stecca il Lecce, show di Pisa e Venezia

Lega Pro, l’analisi della 1a giornata dei tre gironi
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

 

Miccoli, Benevento-Lecce 1-1

Crolla il Lecce, la Lupa Roma si impone 2-1

La prima giornata di Lega Pro è ufficialmente andata in archivio. La sfida tra Forlì e Reggiana (1-0), disputata ieri sera, ha chiuso i primi 90’ di gioco nei tre gironi. Andiamo allora ad approfondire le gare del primo turno di un campionato che si preannuncia scoppiettante e ricco di colpi di scena.

GRUPPO A

Nel gruppo A, quello del nord, spicca il netto 3-0 con cui il Venezia schianta il Renate e si porta in vetta alla classifica. Due pareggi in nove gare, in attesa della sfida che la Giana Erminio disputerà contro la squadra che verrà ripescata in Lega Pro al posto del Vicenza (salito in B). Terminano 0-0 Como-Sudtirol e Cremonese-Albinoleffe, con Como e Albinoleffe comunque soddisfatte per essere riuscite a reggere l’urto nonostante l’inferiorità numerica per gran parte della gara (doppio giallo a Giosa per il Como al 46’ e rosso diretto per Corradi dell’Albinoleffe già al 24’). Nove gare – si diceva -, nove ‘No Gol’: in nessuna sfida infatti sono riuscite ad andare a segno entrambe le compagini. Monza e Lumezzane si sbarazzano 2-0 rispettivamente di Novara e Pordenone, mentre vincono di misura (1-0) il FeralpiSalò contro il Real Vicenza, la Torres sul campo della Pro Patria, l’Alessandria contro il Mantova e il Pavia in trasferta contro il Bassano. Proprio quest’ultima gara “passerà alla storia” come la prima sfida stagionale disputatasi domenica mattina alle ore 11. Un orario piuttosto insolito, ma questo prevede il calendario spezzatino di Lega Pro. E’ bene iniziarsi ad abituare.

GRUPPO B

Tanti invece i pareggi nel gruppo B, quello del centro. Dieci le gare disputate, ben cinque i pari. Scialbi 0-0 nelle sfide L’Aquila-Gubbio, Tuttocuoio-Carrarese e Lucchese-Santarcangelo, 1-1 invece tra Ancona-Savona e San Marino-Prato. Vince e convince il favoritissimo Pisa: secco 3-1 al Teramo, con doppietta di uno scatenato Arma già in cima alla classifica marcatori del girone. Bene, benissimo anche il Pontedera, capace di imporsi per 3-0 sul campo della Spal. Gli emiliani però si fanno male da soli, chiudendo la gara in nove uomini per le espulsioni di Giani (44’) e Fioretti (54’). Bottino pieno anche per l’Ascoli, vittorioso 1-0 in trasferta contro la Pistoiese: decide la rete di Perez su rigore al 77’, ma il punteggio sta anche stretto ai marchigiani fermati da ben tre traverse. Successo esterno anche per il Pro Piacenza. 1-0 sul campo del Grosseto, con i rossoneri che mandano un forte segnale al girone: gli emiliani non sono spacciati. Il -8 pesa sul groppone, ma ora la distanza da quota 0 si è ridotta a cinque lunghezze. Buono l’esordio per il Forlì: nel posticipo di ieri sera, vittoria per 1-0 contro la Reggiana grazie a una rete di Docente al 23′.

GRUPPO C

Chiudiamo la rassegna con il punto sulle gare del gruppo C, quello del sud. Quello che molti hanno addirittura paragonato a una seconda serie B, considerando l’elevato livello delle squadre presenti. Matera e Paganese hanno avuto l’onore di aprire le danze della nuova stagione di Lega Pro, scendendo in campo nell’anticipo del venerdì alle 19:30. 1-1 il risultato finale, così come 1-1 sono terminate anche Salernitana-Cosenza, Savoia-Melfi e uno scoppiettante Aversa-Lamezia. La penalizzazione (-1) per il Foggia è già un lontano ricordo: la vittoria per 3-2 contro il Martina Franca ha proiettato i pugliesi a quota due punti in classifica. Spettacolare il 2-2 tra Reggina e Casertana, dove spicca la doppietta di Insigne per gli amaranto. Successi di misura per il Benevento (1-0 sul campo dell’Ischia) e Barletta (1-0 contro il Messina). Prova di forza invece del Catanzaro, che sconfigge 2-0 la Juve Stabia. Ma il risultato più sorprendente di giornata arriva direttamente da Aprilia, dove la Lupa Roma supera 2-1 il Lecce. Inutile l’illusorio vantaggio firmato da Salvi al 22’ per i giallorossi, con la Lupa Roma capace di ribaltare il risultato nella ripresa nel giro di cinque minuti (72’ Testardi, 76’ Leccese). In Lega Pro si fa sul serio. Fin da subito.

Matteo De Angelis

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *