Luca Porfido
No Comments

Pagelle Milan-Lazio 3-1: El Shaarawy col turbo, De Jong leader

Termina 3 a 1 il match del Milan contro la Lazio. Honda, Muntari e Menez in gol, mentre Diego Lopez para un rigore a Candreva. Biancocelesti quasi assenti

Pagelle Milan-Lazio 3-1: El Shaarawy col turbo, De Jong leader
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Buon inizio in campionato per il nuovo Milan di Pippo Inzaghi. I rossoneri battono la Lazio di Pioli per 3 a 1, con reti di Honda al 7’ (su assist di El Shaarawy), Muntari al 56’ e Menez su rigore al 64’. Un autogol di Alex accorcia le distanze al 67’, mentre Diego Lopez para un rigore a Candreva al 94’. Rossoneri che a dispetto del risultato soffrono parecchio le ripartenze dei biancocelesti, che in più di un’occasione sfiorano il gol. Il Milan ha dimostrato carattere per quasi tutti i 90 minuti, gestendo bene la fase difensiva e partendo subito in contropiede grazie soprattutto alla velocità di El Shaarawy.

De Jong Milan lazio

Grande prestazione di De Jong in Milan – Lazio

PAGELLE MILAN

Diego Lopez 7: Grande debutto dell’ex Real in Serie A. Per gran parte della partita non viene mai chiamato in causa, ma quando Candreva decide di bussare alla porta rossonera si fa trovare pronto, prima su tiro ravvicinato e poi parando il rigore al biancoceleste.

Abate 6: Solita corsa sulla fascia, buono l’assist per il gol di Muntari ma pessimo l’intervento che causa il calcio di rigore. I suoi limiti sono sempre gli stessi.

Alex 6,5: Apporta finalmente solidità alla retroguardia rossonera, anche perché sulle palle alte svetta su tutti. Unico neo della partita l’intervento che causa l’autogol.

Zapata 6: Partita attenta quella del centrale colombiano che continua sulla buona scia del mondiale. Cala un po’ nella ripresa quando la Lazio comincia a spingere.

Bonera 6+: Non è un terzino di spinta e si vede. All’inizio soffre molto la presenza di Candreva anche se riesce a limitarlo la maggior parte delle volte. Ottimo il lancio per El Shaarawy che fornirà l’assist ad Honda per l’1 a 0.

Poli 6: La qualità non è il suo marchio di fabbrica e purtroppo ne limita la prestazione. Per il resto partita di sacrificio e contenimento.

De Jong 7: La forma fisica è ottima e il centrocampista olandese lo dimostra prendendo in mano le redini del centrocampo. Molti i palloni recuperati. Tatticamente perfetto.

Muntari 6,5: Corsa e quantità per il ghanese che decide di regalarsi anche un gol. Purtroppo la forma fisica non è al top e cala nel secondo tempo.

Honda 6,5: Anche se Inzaghi lo schiera di nuovo come esterno, il giapponese sembra avere una marcia in più rispetto allo scorso anno. Segna il primo gol del Milan 2014/2015.

Menez 7: La posizione da centravanti non è sicuramente la più congeniale al francese, che però interpreta bene il ruolo di falso nueve. Tanta corsa e qualità che si dimostrano vitali per l’attacco rossonero.

El Shaarawy 7+: Straordinario il ritorno in campo del Faraone. Tanta velocità e spirito di sacrificio. L’assist per Honda porta subito in vantaggio il Milan. Straripante.

Niang SV

Armero SV

Essien 6: Sufficienza raggiunta per il sacrificio in fase di copertura nel finale.

Candreva Milan Lazio

Candreva è stato uno dei pochi volti positivi nel match della Lazio contro il Milan

PAGELLE LAZIO

Berisha 5,5: Sul gol di Honda non è impeccabile e si fa passare il pallone tra le gambe. Per il resto non ha colpe sugli altri gol.

Basta 5: Impreciso in fase di spinta e assente in fase difensiva.

Cana 6: Gli attaccanti rossoneri entrano poco in area di rigore, ma il centrale biancoceleste ispira poca sicurezza al centro della difesa.

De Vrij 4: Davvero un bruttissimo esordio per una delle ciliegine del mercato della Lazio. El Shaarawy lo supera di netto sul gol dell’1 a 0, provoca poi il rigore del terzo gol. La forma atletica non è sicuramente delle migliori, anche se non ci si aspettava una performance del genere.

Radu 5: Va in difficoltà in fase difensiva, mentre in attacco non si vede quasi mai. Si lascia scappare Abate sull’azione del 2 a 0. Non pervenuto.

Parolo 5,5: Copertura e inserimenti dovrebbero essere i suoi marchi di fabbrica, ma il centrocampista ex-Parma si dimostra totalmente impreciso e confusionario.

Biglia 5,5: Dovrebbe essere il metronomo del centrocampo biancoceleste, ma non riesce ne a tenere unita la squadra ne a dettarne i tempi.

Lulic 5: Da interno sinistro ci si aspettava una prestazione non esaltante, ma il serbo delude e quasi non si vede in campo. Fantasma.

Candreva 6: Sbaglia il rigore nel finale di partita. Buona spinta e iniziativa personale. Peccato sia l’unico della Lazio a metterci l’anima. Isolato.

Klose 5: La squadra lo lascia solo in attacco e il tedesco viene chiuso nella morsa Alex-Zapata.

Keita 5,5: Ci mette l’impegno, qualche volta, ma non incide e non si rende mai pericoloso dalle parti di Abate.

Anderson 6: Tanto impegno e sacrificio, come la chiusura nel finale su Niang che avrebbe forse segnato il quarto gol rossonero.

Djordjevic 6,5: Nota positiva per Pioli. L’attaccante serbo ravviva la manovra della Lazio. Klose deve stare attento.

Mauri 6: Si trova alla perfezione in quel ruolo. Col suo ingresso la Lazio comincia a creare gioco.

Luca Porfido

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *