Jacopo Bertone
No Comments

Fiorentina, Della Valle conferma Cuadrado e fa tutti contenti…o no?

L'annuncio della permanenza del colombiano fa tirare un sospiro di sollievo a tutta Firenze, ma il ragazzo potrebbe essere demotivato dopo aver accarezzato il sogno Barcellona

Fiorentina, Della Valle conferma Cuadrado e fa tutti contenti…o no?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Della Valle e Montella, i due uomini chiave di questa Fiorentina

Della Valle e Montella, i due uomini chiave di questa Fiorentina

Andrea Della Valle, grande imprenditore e presidente sanguigno, ha sempre avuto quel tono di voce un po’ nervoso, distaccato, quasi come se per lui fosse perennemente lunedì mattina, sia che si tratti di un’occasione di gioia sia di una polemica televisiva ed è proprio con questo tono che ieri ha annunciato la permanenza a Firenze del gioiellino, togliendo un peso a tutta la città e alla squadra, ma forse non proprio a tutta la squadra, non è improbabile infatti che il nervosismo (questa volta autentico) del patron nasconda il disagio del colombiano, accostato per tutta l’estate ai top team di mezza Europa.

ENTUSIASMO VIOLA – Grandi meriti vanno alla dirigenza viola, gagliarda e arcigna nel mantenere costante l’esorbitante richiesta di 40 milioni di euro che ha mantenuto lontane tutte le pretendenti al talento di Necoclì tra le quali spiccavano il Barcellona e il Manchester United, che ha poi virato sull’ancora più costoso Di Maria; la piazza, severa ed ambiziosa, ha accolto in modo estremamente positivo la notizia, accompagnata oltretutto dalla promessa di battagliare per la Champions e forse per lo Scudetto, ancora una volta, dimostrando la costanza e la bontà di un progetto che va avanti ormai da tempo e che affascina tutto il popolo fiorentino, ma a frenare gli entusiasmi potrebbe essere l’eventuale malumore dello stesso Cuadrado

DISAGIO (?) COLOMBIANO – Sia chiaro: non esistono notizie certe in merito, le fonti ufficiali dicono che Cuadrado è contento di rimanere, trattasi solo di sensazioni, ma rimane comunque possibile che l’ex Lecce possa essere rimasto un po’ deluso dal mancato salto di qualità, in particolare nei suoi sogni c’era il Barcellona, lo aveva detto chiaramente al proprio presidente nel faccia a faccia di qualche settimana fa, anche se come abbiamo visto non se n’è fatto nulla. Il rischio è quello di trovarsi in rosa un giocatore scontento, demotivato, che possa distogliere il gruppo dal suo obiettivo principale che è quello di conquistare la Champions League dopo averla sfiorata per due stagioni consecutive, staremo quindi a vedere se i nostri sospetti si riveleranno fondati o se Juan riprenderà fin da subito a sgommare sulle fasce del Franchi e a lasciare impietriti i difensori con uno dei suoi dribbling ubriacanti, sempre con il giglio sul petto e l’urlo della Fiesole nelle orecchie.

Jacopo Bertone (@JackSpartan92)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *