Alex Rivolta
No Comments

La nuova EA7 si presenta e Hackett fa mea culpa

Presentata ieri davanti a 3000 tifosi la nuova EA7 Olimpia Milano con l'obiettivo dichiarato di continuare a vincere in Italia e consacrarsi in Europa

La nuova EA7 si presenta e Hackett fa mea culpa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

“The Best is yet to come” in italiano il meglio deve ancora venire, è con questo slogan sfoggiato sulle magliette indossate da giocatori e staff che la nuova EA7 Olimpia Milano si è presentata davanti ai 3000 tifosi che si sono ritrovati ieri al Palalido per il primo raduno della nuova stagione, quella della consacrazione dopo il ritorno al successo in campionato che si aspettava da diciotto anni.

TANTE NOVITA’ – Prima fra tutte le nuove maglie che sfoggiano al centro il tanto atteso scudetto strappato a Siena dopo sette anni di regno, novità della stagione 2014/2015 è la maglia nera per l’Eurolega dopo che quella blu indossata lo scorso anno aveva suscitato non poche polemiche visto che richiamava ai colori degli odiati cugini di Cantù. Ma soprattutto i tanti volti nuovi e con nomi importanti che hanno ricevuto il primo abbraccio dal pubblico milanese, il roster è stato fortemente rinnovato con giocatori come gli ex NBA Linas Kleiza e Marshon Brooks e i due nuovi playmaker Joe Ragland e Trent Meacham pronti a prendere il posto di Daniel Hackett che potrà giocare solamente in Eurolega a causa della lunga squalifica che lo terrà fuori dai palazzetti italiani fino a 2015 inoltrato.

IL MEA CULPA DI DANIEL – E proprio Daniel Hackett era l’uomo più atteso sul palco del Lido dopo l’estate di fuoco passata dal play pesarese con la bufera legata alla squalifica ricevuta dopo aver abbandonato il ritiro della nazionale. Segnali positivi per lui che è arrivato insieme a capitan Alessandro Gentile scacciando così possibili dubbi legati a strascichi azzurri – Gentile si era dichiarato deluso dal comportamento del compagno di club e nazionale – e in una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport ha inoltre tenuto a scusarsi per il suo comportamento dando la sua totale disponibilità a Coach Pianigiani per l’Europeo 2015 a cui l’Italia si è qualificata pochi giorni fa. Hackett si è detto speranzoso in una riduzione della squalifica che lo potrebbe far tornare in campo già fra dicembre e gennaio.

Da segnalare l’assenza alla presentazione del presidente Livio Proli che a causa dei tanti impegni legati al suo ruolo nel gruppo Armani probabilmente lascerà la carica all’attuale General Manager Flavio Portaluppi rimanendo in società però con un ruolo secondario.

Alex Rivolta

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *