Matteo Masum
No Comments

Champions League, focus sul Gruppo E: Roma, serve l’impresa

Bayern Monaco e Manchester City partono con i favori del pronostico, ma Rudi Garcia promette battaglia

Champions League, focus sul Gruppo E: Roma, serve l’impresa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Pep Guardiola, allenatore del Bayern Monaco

Pep Guardiola, allenatore del Bayern Monaco

Il ritorno della Roma in Champions League inizia davvero in salita. No, non parliamo di uno strappettino di 4 km all’8%, ma dell’equivalente dello Zoncolan, il monte più duro d’Europa. Un sorteggio beffardo, nefasto, sciagurato. Si ricomincia così, con i campioni di Germania ed i campioni d’Inghilterra. Due ostacoli, sulla carta e non solo, difficilmente superabili. Alla squadra di Rudi Garcia servirà, dunque, la grande impresa per accedere agli ottavi di finale, ma nessuno, a Roma, ha intenzione di tirarsi indietro. Con l’auspicio che i giallorossi riescano a compiere l’exploit, analizziamo nel dettaglio il Gruppo E, che, oltre alla Roma, è composto da Bayern Monaco, Manchester City e CSKA Mosca

BAYERN MONACO- La squadra di Pep Guardiola non ha bisogno di presentazioni. Tre finali ed una semifinale nelle ultime cinque edizioni della Champions League, tre campionati vinti nello stesso periodo di tempo, oltre a coppe di Germania e trofei vari. In rosa, la bellezza di 9 campioni del mondo, di cui sei protagonisti tedeschi del mondiale brasiliano e tra spagnoli, incluso Xabi Alonso, ormai da considerare un calciatore del Bayern, vincitori del titolo iridato nel 2010. Lo scorso anno, conquistata la Bundesliga, Neuer e compagni ebbero un calo di concentrazione, e furono asfaltati in semifinale dal Real Madrid, ma il Bayern Monaco resta, insieme ai Blancos ed al Barcellona, una delle tre squadre più forti del pianeta. Con Lewandowski, Benatia e Xabi Alonso, la compagine è stata ulteriormente rafforzata. Impensabile che i tedeschi non passino il girone, quasi impossibile che non lo facciano da primi.

MANCHESTER CITY- Dr. Jeckill e Mr. Hyde. Forte, fortissimo in campionato (due volte campione d’Inghilterra negli ultimi tre anni), mediocre in Europa. Fuori ai gironi nel 2011/2012 e nel 2012/13, lo scorso anno i Citizens sono stati fatti fuori dal Barcellona agli ottavi di finale. La speranza della Roma è che la squadra di Pellegrini ripeta le deludenti esperienze delle passate edizioni della Champions League. Ad ogni modo, sulla carta, il Manchester City può giocarsela con tutte, avendo una rosa competitiva per i massimi livelli. Aguero, Dzeko, Tourè, Kompany, ed i nuovi arrivati Fernando e Mangala, sono solo alcuni dei campioni che militano nella formazione guidata da Pellegrini. In più, l’esplosione di Stefan Jovetic sembra poter garantire ai Citizens un’iniezione di classe ulteriore. Il passaggio del turno è assolutamente alla loro portata, ma la Roma potrà, e dovrà, giocarsela a viso aperto.

CSKA MOSCA- Al pari dei giallorossi, i campioni di Russia hanno parecchio da imprecare nei confronti della sorte. Se per la Roma la qualificazione agli ottavi richiede un’impresa, per il CSKA si tratta di pura utopia. Beninteso, la compagine è tutt’altro che debole. Giocatori come Dzagoev, Tosic, Doumbia, Musa, i fratelli Berezuckij, Elm, sono elementi di discreto valore, che fanno della squadra moscovita un avversario comunque temibile, soprattutto in casa. Tuttavia, l’esperienza della scorsa edizione, in cui il CSKA finì ultimo nel girone con Bayern Monaco, Manchester City (sì, sempre loro) e Viktoria Plzen, dimostra che i sogni di gloria sono da considerare tali, giustappunto, solo sogni. Ad ogni modo, la squadra di Leonid Sluckij può ambire al terzo posto, e quindi le sfide con la Roma saranno determinanti.

Bayern Monaco praticamente certo della qualificazione, Manchester City con un piede agli ottavi. Ma il simbolo dei Citizens è un’aquila, e dalle parti di Trigoria è un animale che non piace. La sfida è già iniziata.

Matteo Masum

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *