Antonio Casu
No Comments

Vuelta: bis di Degenkolb a Ronda, beffato Bouhanni

Il tedesco della Giant raccoglie il secondo successo in due giorni. Polemico con la Giuria il boxeur francese: secondo lui, la volata è irregolare. Matthews si conferma in maglia rossa

Vuelta: bis di Degenkolb a Ronda, beffato Bouhanni
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Una corsa senza duelli non è una vera corsa. Non è il caso della Vuelta 2014, che, in attesa del triello che vedrà impegnati Contador, Froome e Quintana, ha già trovato due grandi protagonisti: John Degelkolb e Nacer Bouhanni. Due grandi velocisti, due personaggi carismatici e incapaci di arrendersi all’insuccesso. Oggi a Ronda l’ha spuntata il tedesco della Giant (secondo successo consecutivo per lui), ma non mancano le polemiche. Secondo quanto sostenuto da Bouhanni (confermato dalle immagini, ma non dalla Giuria di corsa), Degenkolb l’avrebbe costretto sulle transenne con una manovra irregolare, ma la classifica è comunque confermata. Ha vinto il tedesco, il velocista della Fdj deve accontentarsi del secondo posto.

Michael Matthews, il leader della classifica generale della Vuelta

Michael Matthews, leader della classifica generale della Vuelta

SENZA UN MOMENTO DI PACE – Ci si aspettava una tappa tranquilla (evento raro alla Vuelta), adatta ai velocisti e alle fughe da lontano, ed invece no. La frazione si è conclusa sì in volata, ma la corsa è stata animata dalle formazioni dei big della generale (Saxo-Tinkoff, Sky e Movistar su tutte), che hanno tentato di approfittare del forte vento per creare dei pericolosi ventagli. Ne hanno pagato le conseguenze Daniel Martin e Ryder Hesjedal, giunti al traguardo in forte ritardo. Da registrare la fuga dell’inglese Lightart (Lotto-Belisol), solo al comando per quasi 50 km. Con lui ci ha provato anche Tony Martin, ma è stato ripreso dal gruppo ai meno 80.

UNA VOLATA VELENOSA – Il gruppo della maglia rossa, scremato dal forcing dei Tinkoff, si è presentato all’ultimo chilometro composto da 80 elementi circa. Il redivivo Gilbert ha cercato di anticipare la volata con un allungo, ma Degenkolb si è lanciato prontamente all’inseguimento e non gli ha lasciato spazio. Lo strano percorso (diverse le curve) ed il tentativo del belga hanno prodotto una volata particolare. Degenkolb è stato abile nel portare a termine uno sprint lungo e resistere al ritorno di Bouhanni, che lamenta tuttavia di esser stato chiuso irregolarmente dal tedesco. La Giuria non ha preso provvedimenti. Gioisce Michael Matthews, che si conferma maglia rossa della Vuelta.

Antonio Casu

@antoniocasu_

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *