Jacopo Gino
No Comments

Inter, Medel si presenta: “Volevo solo Milano, sono pronto per vincere”

Il centrocampista si presenta come nuovo nerazzurro: maglia numero 18 in onore di Zamorano, idolo interista e cileno come il Pitbull

Inter, Medel si presenta: “Volevo solo Milano, sono pronto per vincere”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Oggi è il giorno di Gary Medel, che si è presentato per la conferenza stampa di presentazione. Tante domande per il Pitbull cileno, che si è detto pronto fin da subito a giocare, nonostante qualche acciacco post Mondiale che ne ha rallentato l’inserimento nella nuova Inter di Walter Mazzarri.

IL PITBULL VUOLE PRENDERSI L’INTER – Medel è il quarto cileno che veste la maglia dell’Inter (dopo Pizarro, Jimenez e soprattutto Zamorano). Proprio in onore di “Bam-Bam”, il Pitbull ha deciso di prendere la maglia numero 18 (Zamorano dopo l’arrivo di Ronaldo aveva la famosa 1+8). Medel è riuscito a dribblare anche l’insidiosa domanda sulla foto, circolata in rete dopo il suo arrivo a Milano, che lo ritraeva con un cappellino della Juve: “E’ una cosa che risale a tre-quattro anni fa. Me l’hanno fatto indossare, ma io non sapevo nulla, non ho visto neanche cosa ci fosse scritto. Mi era piaciuto e quindi l’avevo tenuto perché mi piacciono i cappellini”. Medel promette ai tifosi dell’Inter di conquistarli con il suo calcio e spera di vincere con la maglia nerazzurra

Yann M'Vila con la nuova maglia dell'Inter

Yann M’Vila con la nuova maglia dell’Inter

TRATTATIVA ESTENUANTE – Medel è arrivato a Milano dopo un tira e molla tra Inter e Cardiff durato più di un mese. Al suo arrivo il cileno ha trovato subito la concorrenza di M’Vila, altro neo arrivato in nerazzurro: “Mi hanno accolto tutti alla grande qui. La concorrenza di M’Vila? Ben venga una sana competizione. Io non sono arrivato per sostituire nessuno, M’Vila l’ho visto in allenamento. E’ un grande giocatore

VOGLIA DI CAMPO – “C’erano altre squadre che mi hanno cercato, ma ho sempre voluto l’Inter. Fisicamente mi sento alla grande e sono pronto per giocare”. il Pitbull non vede l’ora di ritornare sul campo dopo un Mondiale da protagonista, ma guai a dimenticare le sue prestazioni del passato perché come ricorda lui “Ho sempre giocato in questa maniera, è otto anni che sono titolare in Nazionale”: non l’ultimo arrivato insomma, Medel è maturo ed è pronto a provare a vincere qualcosa con la maglia dell’Inter. “Ho fatto un grande Mondiale da difensore, ma la mia posizione preferita è quella di centrocampista centrale. Sono comunque a disposizione per tutti i ruoli. Quello che conta è solo la squadra”. 

Bravo anche con le parole, ma tutti gli interisti non vedono l’ora di vederlo in azione: Medel vuol far parlare il campo, mettendo la sua grinta a disposizione della squadra. Da vero Pitbull.

Jacopo Gino (@jacopogino)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *