Davide Terraneo
No Comments

US Open al via, chi sarà re a Flushing Meadows?

Parte in terra americana l'ultimo Slam stagionale. Con Nadal fuori per infortunio, Federer potrebbe tentare il colpaccio. Serena verso il sesto titolo?

US Open al via, chi sarà re a Flushing Meadows?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Si avvicina all’epilogo anche l’estate 2014, e la fine di agosto in termini tennistici si traduce con l’inizio degli US Open, ultimo Slam stagionale. Raramente come quest’anno il torneo americano presenta una gamma così ampia di possibili outsider, con il divario tra primi 4 e resto degli avversari che sembra essere diminuito considerevolmente.

FEDERER PER IL SESTO TRIONFO – Nel tabellone maschile il favorito, dopo il forfait di Nadal a causa dell’infortunio al polso, non può che essere Roger Federer. Lo svizzero, vincitore per 5 volte consecutive dal 2004 al 2008, cerca il suo sesto sigillo a Flushing Meadows, e con la condizione fisica mostrata a Toronto (finalista) e Cincinnati (vincitore) può cullare concreti sogni di gloria. Il principale ostacolo per lui potrebbe rivelarsi Novak Djokovic, anche se il serbo, campione nel 2011 e finalista nelle due edizioni successive, ha mostrato una forma preoccupante nell’uscita canadese e in quella dell’Ohio, dove si è sempre arenato agli ottavi di finale contro avversari non di prima fascia. Dovesse ritrovare il tennis mostrato a Wimbledon sarebbe un osso duro. Possibili sorprese potrebbero rivelarsi il canadese Milos Raonic, sempre a suo agio su questa supeficie, e il francese Jo Wilfried Tsonga, vincitore della Rogers Cup. Attenzione anche al bulgaro Dimitrov, mentre Murray sembra poco quotato.

Serena Williams, favorita nel torneo US Open femminile

Serena Williams, favorita nel torneo US Open femminile

SERENA SOPRA TUTTE – Vincitrice delle ultime due edizioni e nelle annate ’99, 2002 e 2008, la numero 1 del mondo Serena Williams sembra attrezzata per ripetersi e sbaragliare la concorrenza delle avversarie. Impossibile per questioni di sorteggio il remake delle finali 2012 e 2013 con la bielorussa Azarenka, che incontrerebbe in semi finale. Con la testa di serie numero 2 del torneo Halep lontana parente della tennista che incantava a inizio stagione, le più indiziate a creare problemi all’americana per il suo sesto US Open sono la sorella Venus, Maria Sharapova e Agnieska Radwanska, tutte nella parte bassa del tabellone. Altre atlete insidiose potrebbero essere Ana Ivanovic (in rotta di collisione con la numero 1 ai quarti) e Petra Kvitova, possibile semi finalista.

GLI ITALIANI – Per quanto riguarda la compagine italiana, sarà difficile ripetere la prestazione femminile nel 2013, quando Flavia Pennetta raggiunse la semi finale (poi persa proprio contro Serena) battendo l’amica Vinci ai quarti. Le sei ragazze nel tabellone hanno le capacità per sorprendere ancora una volta, anche se la tournée oltreoceano è finora stata piuttosto deludente. I quattro uomini iscritti, complici anche sorteggi insidiosi nei primi turni a causa di una classifica che piange, hanno poche possibilità di superare i prime due turni, eccezion fatta per Fabio Fognini, che se dovesse giocare il suo miglior tennis, tabellone alla mano, potrebbe benissimo raggiungere gli ottavi, per poi scontrarsi con lo scoglio Federer. Ancora una volta però per gli azzurri si pronostica almeno una settimana da spettatori.

Davide Terraneo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *