Davide Terraneo
No Comments

Bouhanni, un gancio alla Vuelta

Il francese della FDJ (ex pugile) si impone nella seconda tappa della corsa spagnola davanti a Degenkolb. Valverde indossa la maglia rossa.

Bouhanni, un gancio alla Vuelta
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il primo colpo della Vuelta 2014 lo piazza Nacer Bouhanni, 24enne in forza alla FDJ. Il francese è stato autore di una volata di pura potenza che ha messo in ginocchio gli altri specialisti presenti nella competizione. Cambia proprietario la maglia rossa di leader della classifica generale, che passa ad Alejandro Valverde rimanendo in casa Movistar.

FORZA STRARIPANTE – Lunga 174 km, la seconda frazione viene movimentata da una fuga di sei uomini, tra cui gli italiani Sbaragli e Conti. Dopo essere transitato per primo all’unico GPM di giornata, l’australiano Nathan Haas si lascia sfilare insieme allo stesso Sbaragli, lasciando solo 4 corridori in avanscoperta. Ripreso il sudafricano Janse Van Rensburg, ultimo ad arrendersi alla rimonta del gruppo, nessun atleta riesce ad eludere il controllo delle squadre dei velocisti. Impossibile dunque evitare la volata finale, con la FDJ che lancia il suo capitano Bouhanni verso un successo conquistato con la solita grinta e determinazione. Alle sue spalle, sconfitti quasi per distacco il tedesco John Degenkolb e l’italiano Roberto Ferrari. Oltre al velocista della Lampre, altri tre azzurri conquistano la top ten di giornata: si tratta di Lasca (quinto), Gatto (sesto) e Pelucchi (decimo).

LA STORIA – Nacer Bouhanni, classe ’90, è uno dei corridori più attesi per il movimento ciclistico francese, che potrebbe ritrovare dopo molti anni un velocista di primissima fascia. Dopo una gioventù distribuita tra il ciclismo e la boxe, che gli permette di affinare la propria cattiveria agonistica, passa professionista nel 2010 firmando un contratto con la FDJ, squadra per cui corre attualmente. Nel 2012 diventa campione nazionale nella prova in linea, confermando poi i progressi fatti nell’annata successiva, in cui Bouhanni conquista la prima tappa della Parigi-Nizza e due del Giro di Pechino, battendo avversari come Ferrari, Hushovd e Matthews. Ma la vera consacrazione arriva nel corso di questa stagione, in cui conquista tre tappe e vince la classifica a punti del Giro d’Italia.

Alejandro Valverde, nuova maglia rossa della Vuelta dopo la tappa vinta da Bouhanni

Alejandro Valverde, nuova maglia rossa della Vuelta dopo la tappa vinta da Bouhanni

LE CLASSIFICHE – Cambia la situazione ai vertici della classifica generale, con Valverde che, a causa del miglior piazzamento ottenuto oggi, soffia la maglia rossa al compagno di squadra Castroviejo. Secondo nella generale diventa Nairo Quintana, uno dei grandi favoriti per la vittoria finale. La classifica a punti è guidata da Bouhanni, mentre Haas indosserà la maglia a pois di miglior scalatore. La graduatoria è comunque destinata a subire numerosi scossoni prima dell’arrivo a Santiago de Compostela, ma i primi verdetti sono sempre più vicini.

Davide Terraneo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *