Massimiliano Riverso
No Comments

Lavezzi all’Inter, ma perché svendere Guarin e Alvarez

L'estate 2014 ha segnato una frattura tra l'attaccante argentino e la dirigenza parigina e da buon 'carajo' avrebbe il desiderio di cambiare aria e ritornare nel paese che lo ha sempre amato

Scambio Lavezzi-Shaqiri: possibilità concreta?

Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Prima era soltanto una provocazione dei giornali, poi è divenuto uno slogan di molti giornalai-nerazzurri, adesso stranamente è divenuta una trattativa reale ma costosa. Ezequiel Lavezzi è ufficialmente entrato nel mirino dell’Inter, la trattativa sembra essere ben avviata ma il presidente Thohir ha messo dei vincoli: prima vendere i due eterni incompiuti Alvarez e Guarin.

El Pocho, protagonista hot dell’estate con il triangolo tra Yanina e la presunta amante, oltre a mandare in fumo un matrimonio rischia di gettare alle ortiche l’occasione concessa dagli sceicchi del Psg di puntare alla Champions League. L’estate 2014 ha segnato una frattura tra l’attaccante argentino e la dirigenza parigina, probabilmente anche dei contrasti con l’allenatore, e da buon ‘carajo’ avrebbe il desiderio di cambiare aria e ritornare nel paese che lo ha sempre amato.

Allo stato attuale delle cose il club francese ha chiesto ad Ausilio 15 milioni di euro per Lavezzi, cifra accessibile ma resa onerosa dall’ingaggio del calciatore che guadagna 4,5 milioni all’anno. Senza una cessione importante da parte del club meneghino risulta difficile intavolare un affare che potrebbe rivelarsi utile ai fini del rafforzamento del parco attaccanti a disposizione di Mazzarri. Guarin è l’indiziato numero uno al sacrificio – lo Zenit ha già l’accordo con il colombiano, ma la cifra proposta dai russi non soddisfa Thohir -, Alvarez è un talento che molti club vorrebbero, ma la sua fragilità psicologica lo rende privo di un appeal serio per la cessione definitiva.

La situazione è in evoluzione e lo sarà fino alla chiusura delle trattative all’Ata Hotel Executive. Ma per rendere la squadra competitiva il club nerazzurro dovrebbe tenere almeno uno dei due talenti – mi riferisco a Guarin – per non indebolire un organico da qualificazione diretta all’Europa League.

@MassiRiverso

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *