Giuseppe Landi
No Comments

Il Milan di Inzaghi fa sul serio, è suo il Trofeo Tim

I rossoneri battono prima l'ex Allegri, ripetendosi poi nell'ultima gara contro il Sassuolo

Il Milan di Inzaghi fa sul serio, è suo il Trofeo Tim
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il Milan conquista il Trofeo Tim, il quarto della sua storia. La squadra di Inzaghi batte prima la Juventus per 1-0 con la rete di Honda, ripetendosi poi nella seconda sfida contro il Sassuolo per 2-0, a segno Menez su rigore ed El Shaarawy.

Honda, a segno contro la Juventus e nominato MVP del torneo

Honda, a segno contro la Juventus e nominato MVP del torneo

HONDA GOL, ALLEGRI KO – Inzaghi contro Allegri per la prima sfida del torneo amichevole. Il presente contro il passato recente per i rossoneri. Honda ci prova subito su punizione, ma Storari blocca sicuro. De Sciglio sulla mancina è imprendibile, e mette spesso in difficoltà la Juventus, che comunque si rende pericolosa con le solite invenzioni di Pirlo: l’ex della gara smarca Pogba in area di rigore ma il francese calcia debolmente, Diego Lopez attento. I ritmi sono alti, ed è Tevez ad avere la prima grande occasione, ma il portiere iberico compie un grande intervento a distanza ravvicinata. Proprio dalla corsia mancina nasce il gol del Milan: cross basso di De Sciglio per la girata vincente di Keisuke Honda. I bianconeri provano a reagire, ma gli ultimi assalti risultano vani.

EL TUCUMANO NEL FINALE – Dopo la sconfitta contro il Milan, la Juventus è chiamata a vincere per tenere vive le speranze di successo. Inzaghi cambia praticamente l’intero 11 iniziale, inserendo anche i giovani Vitale e Mattiello, quest’ultimo autore di una prestazione piuttosto convincente. Ritmi sicuramente più blandi rispetto alla prima gara, con poche azioni degne di nota. Al 24′ ci prova Chibsah da fuori, attento Rubinho che blocca a terra. Al 39′ grande chance per la Juventus, con Caceres che mette al centro per Pepe appostato da solo al centro dell’area di rigore, ma scivola e non riesce a trovare l’impatto con la sfera. A tre minuti dal termine arriva il gol vittoria: cross di Mattiello dalla sinistra e tiro vincente dopo un pasticcio della difesa neroverde.

MENEZ-EL SHAARAWY, IL MILAN C’E’ – Inzaghi nell’ultima gara decisiva conferma soltanto De Sciglio, Essien, Menez e Honda, cambiando gli altri 7 giocatori. Tutto facile per i rossoneri che passano in vantaggio al 7′, quando Menez si guadagna e trasforma un penalty, concesso per dubbio fallo di mani di Terranova su un tiro dell’ex Psg. Il francese continua a regalare grandi giocate, e il Milan domina la partita. Al 19′ arriva anche il raddoppio: contropiede perfetto con Honda che serve una gran palla per El Shaarawy, che si lancia a tu per tu con Pomini e lo fredda con un mancino di precisione. Il faraone crea costanti pericoli ai neroverdi con la sua velocità, con Pazzini che sfiora il tris in un paio di circostanze. Gli uomini di Inzaghi controllano il resto della gara e portano a casa il Trofeo Tim.

@PepLandi

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *