Antonio Casu
No Comments

Tutti vogliono la Serie B: benvenuti all’Inferno

Il campionato cadetto è nel caos. Quattordici squadre chiedono il ripescaggio, ma i criteri di selezione sono poco chiari e la Figc si scontra con il Coni

Tutti vogliono la Serie B: benvenuti all’Inferno
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il campionato di Serie B è stato spesso definito come uno tra i difficili del mondo. Naufragi, rinascite e sorprese sono sempre all’ordine del giorno. Stavolta, però, il campo non c’entra, il caos è nato tra le mura dei palazzi. Mancano pochi giorni all’inizio del torneo, che vedrà ai nastri di partenza ventidue squadre. Il fallimento del Siena ha complicato tremendamente la vita a tutti, e ad oggi non è ancora chiaro chi verrà ripescato al posto dei toscani. Quattordici squadre in lizza e nessuna sicurezza, ognuno ha argomenti validi per far valere le proprie ragioni.

Giovanni Malagò. presidente del Coni

Malagò-Tavecchio: scontro frontale sul caos Serie B

CONI-FIGC, SCONTRO FRONTALE – Il primo nodo da sciogliere entro lunedì, termine ultimo stabilito dalla Figc per stabilire la ventiduesima squadra, è tanto banale all’apparenza quanto complicato nei fatti: chi avrà l’ultima parola? La Federazione presieduta da Tavecchio ha impugnato il comunicato 171/A e non ha tenuto conto del parere del Coni, che ha maggiori poteri poteri giurisdizionali (la legge 280/2003 è chiarissima in questo senso). Giovanni Malagò ed il Collegio di Garanzia ritengono siano inutilizzabili i criteri di ripescaggio proposti nel comunicato della Figc, che continua tuttavia a fare di testa sua. Lo scontro è frontale e potrebbe portare a conseguenze clamorose.

IL NOVARA VUOLE LA SERIE B A TUTTI I COSTI – A complicare ulteriormente la situazione ci ha pensato il Novara, retrocesso in Lega Pro dalla Serie B nella scorsa stagione e determinato nel far valere le proprie ragioni. Secondo il Coni, i piemontesi devono essere ripescati, mentre per la Figc no, in virtù della violazione di uno dei punti del 171/A (il Novara ha subito sanzioni per illecito sportivo nelle ultime stagioni). Il Novara ha presentato ufficialmente un ricorso d’urgenza, chiedendo di bloccare l’avvio del campionato di Serie B ed il girone A di Lega Pro.

CAOS EVITABILE – Difficilmente immaginare a questo punto l’inizio regolare dei tornei nel prossimo weekend (ci vorrà almeno una settimana per valutare i vari ricorsi). La patata bollente ripassa ora al Coni, che non potrà smentire quanto sostenuto finora. La gestione Tavecchio inizia sotto i peggiori auspici e Abodi ha gestito la situazione come peggio non avrebbe potuto. La Serie B disegnata inizialmente a ventuno squadre era inconcepibile, i calendari con ventuno nomi più una X anche. La Lega di Serie B non ha mai fatto chiarezza e si è incartata su sé stessa, creando un caos evitabile. La fatal Siena mette in croce la Serie B, benvenuti all’Inferno.

Antonio Casu

@antoniocasu_

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *