Matteo Masum
No Comments

Vuelta a España 2014, presentazione della prima tappa

Cronometro a squadre di Jerez de la Frontera, occhi puntati su Leopard ed Omega

Vuelta a España 2014, presentazione della prima tappa
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Altimetria della prima tappa

Altimetria della prima tappa

Inizia oggi l’edizione più spettacolare degli ultimi anni della Vuelta, che, grazie ai nomi dei partecipanti, non avrà nulla da invidiare agli altri due grandi giri. Da Quintana a Froome, passando per Kreuziger, Contador, Aru, Betancur, Rodriguez, Sanchez, Evans e tante altre possibili sorprese, come il fortissimo Wilco Kelderman. Ad aprire le danze, come solitamente accade da queste parti, sarà la cronometro a squadre, che quest’anno sarà interamente svolta nella cittadina di Jerez de la Frontera, famosa per il tracciato in cui viene disputata una prova del motomondiale.

LA TAPPA- Il percorso è piatto come una tavola da surf, adattissimo per le squadre con degli specialisti nelle corse contro il tempo. Fortunatamente per coloro che non amano queste prove, la tappa misura solo 12,6 km, e quindi non dovrebbero verificarsi distacchi incolmabili. Tragitto che presenta, in ogni caso, tratti piuttosto tecnici, alternati a lunghi rettilinei, in cui sarà possibile raggiungere velocità elevate.

FAVORITI- Come detto, le squadre favorite saranno quelle che in rosa hanno degli specialisti nelle cronometro. Occhi puntati, dunque sulla Trek di Fabian Cancellara e sull’Omega di Tony Martin, ma attenzione anche al Team Sky di Chris Froome, fortissimo in questa specialità, ed alla Movistar. Possibile outsider, l’Orica Greenedge, che ha vinto la crono a squadre del Giro d’Italia

Matteo Masum

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *