Vincenzo Galdieri
No Comments

Balotelli, potere è volere. A Liverpool o mai più

Il giovane più discusso del nostro campionato lascia per tornare in Inghilterra. E' il bivio definitivo della sua carriera: si svegli, o rischia di mandare a quel paese un potenziale pazzesco

Balotelli, potere è volere. A Liverpool o mai più
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Balotelli firma il 2-1 nella vittoria azzurra contro l'Inghilterra, Italia

Mario Balotelli saluta e va al Liverpool: è l’ultima chiamata per la gloria

Mario Balotelli saluta e va al Liverpool. C’è una frase che dice “Se vuoi, puoi”. Il fatto che sia vera in assoluto o che sia un dogma è tutto da dimostrare, ma è vero che funge da spinta per chi fa della determinazione una caratteristica preponderante. Chi vuole, chi fortemente vuole, spesso riesce. Anche contro ogni pronostico. Balotelli, dicevamo. Lui invece è la dimostrazione del fatto che la frase contraria – ed immaginaria – “Se puoi, vuoi” è assolutamente falsa. Lui potrebbe. Potrebbe essere un fenomeno assoluto. Ma non sembra averne assolutamente voglia. Scaricato da tutti, una squadra dopo l’altra, un allenatore dopo l’altro, un compagno dopo l’altro. Balotelli non ha voglia di crescere, nè di diventare un campione. Fa rabbia il fatto che potrebbe, eccome. Liverpool ultima chance, anche se ha solo 24 anni. I presupposti non sono certo i migliori. Ma Balo può ancora decidere di volere. Non è mai troppo tardi.

TALENTI E PROBLEMI – La vita è strana. Chi ha poco, spinge per avere tanto. Chi ha tanto, rischia di crogiolarsi. E cosi il gioco si ribalta. Capita che chi parte da presupposti incredibili – bellezza, intelligenza, simpatia, abilità di ogni tipo – si ritrovi perso, incapace di gestire tutto quel ben di Dio, quasi convinto che non debba fare nulla perchè a lui basta poco. Capita invece che chi parte dal basso, dalla mediocrità assoluta, arrivi all’eccellenza. E’ la determinazione. E’ questo quello che conta di più. Non riguarda solo Balotelli, ovviamente, ma nella fattispecie si parla di lui. Balotelli ha tutto: fisico incredibile, tecnica devastante, velocità, tiro, colpo di testa. Soltanto un pazzo non si chiederebbe per quale assurdo motivo, ad oggi, sia poco più di un giocatore normale. La verità è che Balotelli si lascia troppo andare: non sopporta le critiche, non digerisce le sconfitte, si fa abbattere da troppe cose. Perchè pensa che uno come lui dovrebbe avere tutto, anche più di quel che ha e senza sforzarsi troppo. E invece no. Anche i prescelti devono impegnarsi, razionalizzare, ripartire dalle sconfitte più inaspettate. Capire che basterebbe un po’ di più. Capire che basterebbe soltanto adattarsi. La vita ti ha dato tanto. Il resto devi prendertelo. Altrimenti rischi di cadere nel dimenticatoio, e con quelle qualità sarebbe un peccato di proporzioni cosmiche. Mario, c’è ancora tempo. Ma non troppo. Prenditi Liverpool, prenditi il mondo. Tu puoi. Ma devi volerlo. 

Vincenzo Galdieri Twitter: @Vince_Galdieri

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *