Antonio Guarino
No Comments

Nanchino 2014: la baby Italia continua a sorprendere

La giovanissima spedizione azzurra sta sorprendendo tutti, occupando il terzo posto momentaneo nel medagliere dei Giochi Olimpici estivi di Nanchino, in Cina

Nanchino 2014: la baby Italia continua a sorprendere
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

“Son giovani, belli, forti e…vincenti!”: non esiste modo migliore per descrivere gli eccellenti risultati raccolti finora dall’Italia nella 2^edizione delle Olimpiadi estive giovanili, in corso di svolgimento a Nanchino, storica ed antica capitale della Repubblica Popolare Cinese.

5 ORI IN 4 GIORNI – Impressionante il numero di ori raccolti (ben 5 in appena 4 giorni di competizioni), mentre le medaglie totali hanno già raggiunto quota 9, grazie anche a 3 argenti e 2 bronzi. Un bottino che proietta l’Italia direttamente al terzo posto della classifica generale, in cui hanno fatto meglio solo colossi come la Cina e la Russia, e dove ci guardano le spalle selezioni come quella degli Stati Uniti, del Regno Unito e della Germania. Il medagliere di questi Giochi Olimpici estivi giovanili prevede una disciplina particolare, secondo cui vengono conteggiate – ai fini della graduatoria finale – solo i risultati raccolti nelle gare individuali, e non anche quelli ottenuti nelle competizioni a squadra, in cui si affrontano team misti composti da atleti provenienti da più nazioni. Se andassimo ad analizzare le performance dei nostri atleti anche in quest’ultime specialità, il bottino totale dell’Italia sarebbe già di ben 15 medaglie, di cui 6 d’oro.

Renato Paratore ha conquistato l'oro a Nanchino vincendo la prima prova olimpica nella storia del golf

Renato Paratore ha conquistato l’oro a Nanchino vincendo la prima prova olimpica nella storia del golf

NUOTO, CHE SODDISFAZIONE! – L’avventura della spedizione azzurra era partita un po’ a rilento, avendo chiuso il primo giorno di gare senza alcuna medaglia messa in cassaforte. Nulla di cui preoccuparsi perché, dalla seconda giornata di competizioni, l’Italia ha iniziato a fare la voce grossa, merito – soprattutto – dei ragazzi del nuoto. Dei 5 ori conquistati, infatti, ben 4 arrivano dalle nostre nuotatrici e dai nostri nuotatori “in fasce”: si tratta di Simone Sabbioni (vincitore dei 100 metri dorso, nonché nei 50 metri della medesima specialità), Nicolangelo Di Fabio (primo nei 200 metri stile libero), Simona Quadarella (che si è affermata negli 800 metri stile libero) e Ambra Esposito (entusiasmante vincitrice dei 200 metri dorso). L’altro oro messo “a referto” dalla spedizione italiana arriva dal golf, in cui Romano Paratore – con il punteggio di 205 (-11 dal par) – ha messo il suo storico sigillo proprio nel giorno dell’esordio, nel panorama sportivo olimpico, della sua disciplina.

LE ALTRE MEDAGLIE – Regala importanti soddisfazioni anche la scherma, con i 2 argenti conquistati dalle azzurre Eleonora De Marchi (nella spada) e Chiara Crovari (nella sciabola), la cui strada verso la gloria è stata interrotta solo all’atto finale, rispettivamente contro la coreana Lee Sinhee (13-15) e la russa Alina Moseyko (10-15). Entusiasmante anche la prova di Chiara Teocchi, giunta 2^ nella Mountain Bike (specialità cross country) e preceduta solo dalla ceca Barbora Prudkova. Si è dovuto, invece, accontentare (per modo di dire) della medaglia di bronzo Mirko Zanni, giunto nel sollevamento pesi (<62kg).

PROVE DI SQUADRA  Come preannunciato, gli Azzurri strappano applausi anche nelle prove di squadra, ed in particolare nell’equitazione, con Matias Alvaro oro con la squadra europea, nel thriathlon, con Giulio Soldati  con il team Europa III, e Chiara Carminucci, bronzo nel judo.

Antonio Guarino (@GuarinTony)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *