Enrico Cunego
No Comments

Calciomercato Estero: Rojo allo United, Nani allo Sporting

Grandi operazioni sull'asse Lisbona-Mnchester. Il terzino argentino approda in Inghilterra per 20 milioni, l'ala portoghese torna a casa in prestito tra l'euforia generale

Calciomercato Estero: Rojo allo United, Nani allo Sporting
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Una grande occasione ed un grande ritorno. Così possiamo sintetizzare il doppio affare tra Sporting Lisbona e Manchester United che ha visto protagonisti Marcos Rojo e Nani. Il primo approda a Manchester, sponda United, per 20 milioni di euro, mentre il secondo ritorna, con la formula del prestito, dalle parti del “Josè Alvalade”, lo stadio che lo ha visto esordire e crescere fino a catturare nel 2007 l’attenzione del Manchester United. Due importanti operazioni che possono segnare in maniera indelebile il futuro di entrambi i calciatori: uno può spiccare il volo deciso verso i piani alti del calcio, l’altro può rilanciarsi dopo un paio di annate opache in quella che considera casa sua.

Nani torna a casa nel club dove è cresciuto

Nani torna a casa nel club dove è cresciuto

LA GRANDE OCCASIONE – Un ottimo mondiale disputato con la maglia dell’Argentina ha spalancato le porte verso la notorietà al polivalente difensore Marcos Rojo, dall’estate del 2012 allo Sporting Lisbona dove si è affermato come autentico pilastro della difesa bianco-verde, dove nella maggior parte dei casi ha agito come centrale. Con l’Albiceleste di Sabella, invece, il prodotto dell’Estudiantes La Plata ha ben figurato da terzino sinistro, andando pure in gol contro la Nigeria ma soprattutto conquistando Louis Van Gaal, tecnico dell’Olanda sconfitta in semifinale. Ora Van Gaal si ritrova sulla panchina di un Manchester United desideroso di ritornare a vincere dopo la terribile annata targata Moyes. La sconfitta all’esordio in Premier League contro lo Swansea ha accelerato i tempi dell’acquisizione dell’argentino classe ’90, già oggetto dei desideri di Van Gaal all’indomani della Coppa del Mondo. La sua poliedricità sia nel ruolo di difensore centrale che in quello di terzino sono elementi fondamentali vista la situazione in casa United, con le cessioni di mostri sacri come Patrice Evra e Nemanja Vidic e la momentanea bocciatura di Luke Shaw da parte del santone olandese. Ora Rojo è chiamato a ripetere le brillanti prestazioni mondiali, dove si è rivelato uno tra i migliori dei 23 convocati da Sabella. Una chance unica per affermarsi in maniera stabile nel calcio che conta, l’investimento è di quelli importanti, è vietato sbagliare.

IL GRANDE RITORNO – Euforia. E’ quella che si è vista ieri all'”Aeroporto da Portela” di Lisbona, dove Nani è sbarcato nella notte accolto da migliaia di tifosi sportinguisti in delirio. Per i “Leoes” si tratta di un’acquisizione di estremo lustro, data la fama che questo giocatore ha in patria e soprattutto per il fatto che le giocate del giovane Nani non sono state dimenticate. Il legame tra il giocatore ed i club bianco-verde è strettissimo, dato che nel 2003, a soli 17 anni, l’ala approdò nelle giovanili del club di Lisbona, dove esordì in prima squadra mettendosi in mostra grazie alle sue giocate fantasiose ed alla tecnica sopraffina, doti che rapirono Alex Ferguson nel 2007, il quale non ci pensò 2 volte ad acquistarlo, nella speranza di vederlo duettare con l’amico ed ex compagno di squadra Cristiano Ronaldo, il più bel gioiello sfornato dal vivaio dello Sporting. Ben 7 le stagioni disputate all’Old Trafford ed arricchite da ben 4 Premier League e la Champions League conquistata nel 2007-2008 al primo anno di militanza. 7 anni di alti e bassi in cui Nani ha saputo incantare ma anche farsi maledire da milioni di tifosi dei Red Devils. Nelle ultime 2 stagioni, sia per la scarsa forma che per numerosi problemi fisici, l’ala nativa di Capo Verde ha disputato appena 44 gare, preparandosi così ad un addio che per ora è in prestito. Ma ora, tornato nel suo stadio e tra la sua gente, siamo sicuri che saprà caricarsi al massimo per affrontare al meglio una stagione che rivede il ritorno in Champions dello Sporting dopo 5 anni di assenza. In bocca al lupo Nani!

Enrico Cunego

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *