Maria Paola Maisto
No Comments

La donna: una tigre senza sosta, ad oggi alla pari dell’uomo

Nel corso dei secoli il ruolo della donna ha subito enormi cambiamenti, in passato ritenuta un essere inferiore, oggi cittadina di serie A.

La donna: una tigre senza sosta, ad oggi alla pari dell’uomo
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Donna VS Uomo

Donna VS Uomo

Nel corso dei secoli il ruolo della donna ha subito enormi cambiamenti, in passato ritenuta un essere inferiore rispetto alla razza maschile, era esclusa da una serie di diritti, non poteva interagire in alcun modo senza il consenso del padre o del marito, oggi invece sono cittadine di serie A, padrone di se stesse e con eguali diritti rispetto agli uomini. Hanno assunto una posizione dominante all’interno della società divenendo delle vere e proprie tigri in questa jungla di avvoltoi.

PAURA DEL RIFIUTO – L’uomo di fronte a questa grande corazza, di cui si è rivestita la donna, è diventato debole soprattutto nei rapporti interpersonali, in quanto in una relazione non riescono ad accettare un rifiuto ed andare oltre, perdono il senso della ragione commettendo anche atti estremi uccidendo la propria donna e con essa alcune volte ritroviamo anche l’assassinio dei propri figli. Alcuni uomini non accettano la perdita di potere, non tollerano la sconfitta nella relazione con una donna perché mette a nudo la loro vulnerabilità, questo porta dolore, paura della dipendenza e dell’abbandono, senso di solitudine e troppe volte la risposta a questi sentimenti è  una violenza feroce e pur di andare contro alla propria amata uccidono i propri figli e nemmeno l’amore nei loro confronti li ferma.

FEMMINICIDIO SENZA FINE – Casi del genere sono all’ordine del giorno e tutto questo è diventato spaventoso, nonostante l’attivazione da parte del governo con l’emanazione di leggi specifiche e le tante denunce questo strazio non ha sosta.

William Shakespeare, un grande poeta inglese, diceva :La donna uscì dalla costola dell’uomo, non dai piedi per essere calpestata, non dalla testa per essere superiore ma dal lato, per essere uguale, sotto il braccio per essere protetta, accanto al cuore per essere amata.

Maria Paola Maisto

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *