Andrea Bonfantini
No Comments

Pagelle Napoli-Athletic Bilbao 1-1: il Pipita tiene accesa la speranza

I ragazzi di Benitez non vanno oltre l'1-1 al San Paolo. Fenomeno Higuain, male Insigne in rotta coi tifosi. Le pagelle di SportCafe24

Pagelle Napoli-Athletic Bilbao 1-1: il Pipita tiene accesa la speranza
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Nell’andata del preliminare di Champions League in scena al San Paolo, gli uomini di Benitez creano tanto ma non vanno oltre uno scomodo 1-1 da ribaltare tra 7 giorni al San Mames. Higuain è il solito trascinatore, i baschi son ben messi in campo e ringraziano la serata da protagonista di Iraizoz che nega in più di una occasione la seconda gioia al pubblica di fede azzurra.

Le pagelle di Napoli-Athletic Bilbao

PAGELLE NAPOLI

Rafael 5.5: Non ha grandi colpe sul gol del Bilbao, forse un po’ troppo indeciso nelle uscite non regalando tranquillità e presenza alla sua retroguardia

Maggio 6: La presenza di Conte in tribuna sembra motivarlo ulteriormente, già in ottima forma fisica macina il campo avanti e indietro come suo solito non perdendo di vista i suoi compiti difensivi. Unica pecca la sua scarsa precisione in fase di cross che vanifica un paio di buone occasioni.

Albiol 5,5: Nel primo tempo si perde Aduriz in mezzo all’area e rischia di complicare subito la partita dei suoi. Non è ancora in forma Champions e si vede, limita i danni con la sua esperienza.

Koulibaly 6: Non male questo centrale difensivo pescato in Belgio da Bigon. La sua enorme stazza non lo aiuta certo a trovare velocemente la brillantezza fisica ma nonostante ciò si comporta bene, sempre attento in chiusura difensiva.

Britos 4,5: Già non è il più amato dal San Paolo, poi Benitez gli fa il “regalo” di schierarlo fuori ruolo e la frittata è fatta. Continuamente beccato dal pubblico non entra mai in partita perdendo lucidità e fiducia col passare dei minuti.

Jorginho 6.5: Si becca subito un’ammonizione che potrebbe segnare la sua partita, invece l’italo-brasiliano sfodera un’ottima prestazione fatta di corsa e qualità candidandosi per una maglia da titolare tra 7 giorni in Spagna

Gargano 7: Mai sbocciato l’amore tra lui e i tifosi partenopei che però per questa sera si ricredono grazie ad una prova di grande carattere e generosità che scioglie i cuori anche dei napoletani più critici. Il passo da oggetto estraneo a titolare in un preliminare di Champions non è facile ma la sua esperienza è ormai indiscussa e la sua grinta lo aiuta a regge il confronto con la mediana basca.

Callejon 5.5: Un voto in meno solo per il clamoroso gol che si divora nella ripresa sparando a lato una facile occasione sopratutto per uno come lui. Corre tanto e forse la sua tanta generosità anche in fase difensiva va ad intaccare la sua lucidità sotto porta.

Hamsik 6: Le prime due occasioni per il Napoli partono dai suoi piedi, poi si perde un po’ insieme alla squadra nella fase centrale del match. Non è ancora il Marek Hamsik devastante di due anni fa ma i progressi sembrano incoraggianti.

Insigne fischiato dai suoi tifosi dopo una prova opaca contro l'Athletic Bilbao

Insigne fischiato dai suoi tifosi dopo una prova opaca contro l’Athletic Bilbao

 Michu 5: Ha la palla del 2-1, sul suo piede forte, a porta vuota dal dischetto del rigore: la passa a Callejon marcato. Inspiegabile.

Insigne5:  Avesse segnato l’1-0 dopo pochi minuti saremmo qua a parlare dello scugnizzo napoletano come un eroe della sua gente. E invece liscia la grande occasione e comincia il suo personalissimo match con il San Paolo: sembra soffrire troppo ogni sensazione dei tifosi e questo si riflette gioco forza sul campo. La gente lo fischia riaprendo una vecchia ferita che non si è mai rimarginata.

Mertens 7: C’è poco da fare, come l’anno scorso ogni volta che entra in campo accende la scintilla ed il Napoli vola. Punta continuamente il diretto avversario e crea scompiglio nella difesa spagnola: è lui l’uomo in più di questo Napoli.

Higuain 7,5 (il migliore): Tornato da meno di due settimane dalla delusione Mondiale, è il più motivato di tutti e si danna l’anima per centrare la vittoria. Nel momento di maggiore difficoltà si inventa un gol da fuoriclasse che salva i suoi ma che non può che farlo arrabbiare per il capitolo qualificazione non certo in discesa.

All. Benitez 5,5: Azzecca la mossa Gargano e bisogna dargli merito, ma a nostro avviso mettere Britos fuori ruolo e relegare Mertens in panchina sono errori pesanti che incidono sul risultato finale. Il Belga è sicuramente l’uomo in più dei suoi e ostinarsi a farlo partire dopo Insigne rischia di diventare controproducente.

PAGELLE ATHLETIC BILBAO

Iraizoz 7: Parata da cineteca su Higuain che strozza in gola l’urlo del San Paolo. Sempre attento tiene a galla una difesa basca non proprio impenetrabile.

De Marcos 7: Si mangia sia Insigne che Britos e da una sua iniziativa nasce il gol dei suoi che vale doppio realizzato al San Paolo. Bel terzino al ritorno servirà qualcosa in più al Napoli per impensierilo in fase difensiva.

Guerpegi 5,5: Higuain non è un cliente facile e la sua pesantezza fisica lo mette ancor più in difficoltà. Limita i danni ma non sembra un ostacolo insuperabile

Laporte 5,5: Il giovane basco-francese non è impeccabile sopratutto nel primo tempo quando dalla sua fascia i giocatori vengono giù come e quando vogliono. Sfiora il gol di testa e regola due meccanismi in difesa che lo reggono a galla fino alla fine.

Balenziaga 6: Buona partita la sua, esegue il compitino e cura da vicino un non brillantissimo Callejon.

Muniain, autore del gol del vantaggio contro il Napoli

Muniain, autore del gol del vantaggio contro il Napoli

Iturraspe 6,5: Una vera e propria diga su cui si infrangono gran parte delle iniziative centrali del Napoli. Per tre quarti di gara battaglia con Gargano e soci e non ne esce sconfitto, poi paga la stanchezza e torna su livelli umani. Roccioso.

Rico 6: Il voto è la media di un ottimo primo tempo con una ripresa da fantasma. Gioca tra le linee e quando prende palla mette in ansia la retroguardia bloccata dei partenopei

Susaeta 6: Trova Britos sulla sua strada e banchetta per un’ora buona, non sembrando però molto concreto ed infatti non crea un granchè

Benat 6: Molta tecnica ed estro ma anche lui non incide quanto si potesse immaginare in questa partita. Gioca per il bene della squadra e si vede, sufficienza meritata

Muniain 7: Forse il nomignolo “Messi Basco” è esagerato ma il ragazzo i colpi li ha. Oltre al bel gol con un preciso destro a giro, fa vedere di possedere un buon dribbling e tanta pericolosità in area di rigore che l’anno scorso gli han permesso di realizzare 16 gol nella Liga.

Adruiz 5: Si muove molto ma fatica a trovare la sua dimensione tra i due possenti centrali napoletani. Ha un paio di buone occasioni ma non trova potenza e Rafael non fa fatica a fermarlo.

ALL. VALVERDE 6,5:  Squadra ben messa in campo anche se forse un po’ troppo alta nei primi minuti quando sostanzialmente il Napoli arriva in porta con tre passaggi. Registra i suoi e la squadra si compatta galvanizzata dal vantaggio in chiusura di primo tempo. Ora torna a casa sua dove ne Real ne Barca son riuscite  a passare la scorsa stagione.

Andrea Bonfantini

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *