Redazione
No Comments

Liverpool-Southampton 2-1: decide Sturridge, ma che fatica

I Reds faticano enormemente, ma vincono contro i Saints grazie alla coppia Sturridge-Sterling

Liverpool-Southampton 2-1: decide Sturridge, ma che fatica
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Finalmente è tornata la Premier League. Finalmente all’Anfield torna ad essere intonato il meraviglioso e storico inno You’ll never walk alone. I tifosi dei Reds lo gridano forte e chiaro: noi ci siamo (con o senza l’estro di Luisito). Così, dopo un’estate trascorsa tra il sofferente addio del numero 7 uruguagio e i tanti buoni e suggestivi arrivi, come quello di Lambert, il Liverpool affronta il Southampton per la prima di campionato. 

Liverpool-Southampton 2-1

Liverpool-Southampton 2-1: il gol di Sturridge

PRIMO TEMPO – Nonostante le tante e pesanti partenze in casa Southampton, la squadra di Ronald Koeman mette subito pressione alla squadra di casa. Il neo-arrivo Tadic si presenta all’Inghilterra in una forma straripante e le manovre offensive dei Saints partono quasi sempre dai suoi piedi, mentre l’ex Feyenoord Pellè fatica. Nonostante i pochi tentativi, il Southampton spinge poco, favorendo il rapido gioco degli avversari, prodotto soprattutto dai sempre eccelsi Sturridge e Sterling, con un Jordan Henderson che gestisce ottimamente il gioco e i tempi. E così, è proprio dai piedi del centrocampista inglese, che serve con un ottimo diagonale Sterling, che nasce il primo gol della stagione per il Liverpool. 1 a 0 al 23’. Per il resto del match il team di Rodgers si ostina a mantenere il gioco sui propri ritmi, pur sbagliando tanto, con il Southampton che cerca timidamente la via del gol.

SECONDO TEMPO – Nella ripresa entra in campo un Southampton decisamente più determinato, consapevole di poter sfruttare le ottime qualità dei suoi Schneiderlin e Tadic, oltre i tanti errori in fase di impostazione da parte dei Reds. La squadra di Koeman ci prova con insistenza e al 56′ arriva il meritato gol del pareggio, merito di una lodevole invenzione del serbo Tadic, che, con una giocata di tacco, serve sotto porta Clyne che non sbaglia. All’Anfield non sta bene il pari, né tanto meno un simile approccio dei giocatori di Brendan Rodgers. La squadra di casa, infatti, sbaglia e fatica ad impostare il gioco, probabilmente un Liverpool così scevro non si vedeva da tempo. Intanto Koeman chiede ai suoi di continuare a spingere, sognando di espugnare Anfield alla prima nella panchina dei Saints. La squadra di casa, pertanto, risponde inserendo Rickie Lambert, lui che è stato per anni idolo e bandiera del Southampton e che adesso si appresta a giocare la prima con la sua squadra del cuore, nel suo stadio, contro la sua più cara e amata squadra tra quelle per le quali ha militato. Nel frattempo, ai Reds torna la giusta concentrazione per riprendere in mano la partita, fino al momento in cui il sempre presente Sterling serve di testa Sturridge. E’ il 79’ e solo un attaccante dell’agilità di Daniel Sturridge poteva sfiorare un simile pallone nello stretto ed indirizzarlo con precisione in porta. 2 a 1: il “Double S” torna a brillare, trascinando con tanta fatica il Liverpool alla vittoria nella prima di campionato.

Alessandro Triolo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *