Antonio Casu
No Comments

Serie A: la top eleven dei giovani in rampa di lancio

Non tutto è perduto: il calcio italiano ripartirà da alcuni ottimi prospetti in procinto di esplodere

Serie A: la top eleven dei giovani in rampa di lancio
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Serie A, missione giovani. Il calcio italiano, depotenziato negli ultimi anni dalla crisi economica e strutturale del nostro sistema, riparte dalla forza delle idee e della creatività. Il tempo delle vacche grasse è finito, il nostro campionato non è più un nido di campioni pronti, ma un laboratorio in cui sperimentare è diventato un imperativo. La stagione che si appresta ad iniziare sarà un’opportunità importante per diversi giovani di belle speranze in rampa di lancio. Agosto è il mese dei sogni e dei progetti: Sportcafe24.com si adegua e vi presenta una formazione originale, offensiva e fortemente a tinte azzurre, formata dagli undici prospetti che potrebbero esplodere in Serie A nei prossimi mesi.

Bryan Cristante, uno dei migliori prospetti della prossima Serie A

Bryan Cristante, uno dei migliori prospetti della prossima Serie A

SERIE A, LA TOP ELEVEN DEI GIOVANI IN RAMPA DI LANCIO (MODULO SCELTO: 4-3-3)

ALESSIO CRAGNO (PORTIERE) | Partirà da dodicesimo, ma ha potenzialità per arrivare molto in alto. Il portiere di Fiesole, acquistato dal Cagliari in questa sessione di mercato, contenderà il posto a Colombi. È uno dei migliori giovani del calcio italiano, troverà il suo spazio.

SILVAN WIDMER (TERZINO DESTRO) | Di un mago non ha solo il nome, ma anche le qualità. Abile nel dribbling, lo svizzero dell’Udinese è un esterno adattabile alla perfezione in un centrocampo a cinque, ma anche in una difesa a quattro. L’anno scorso il classe ’93 ha fatto intravedere quello che sa fare, mentre questa può essere la stagione della consacrazione.

KALIDOU KOULIBALY (DIFENSORE CENTRALE) | Kouliba… chi? Accolto tra lo scetticismo generale dai tifosi del Napoli, il difensore francese ha conquistato tutti nel corso del precampionato grazie a prestazioni da otto in pagella. Forte fisicamente e maestoso nel gioco aereo, il classe ’91 potrebbe rivelarsi il tassello giusto per completare la retroguardia della squadra di Benitez.

DANIELE RUGANI (DIFENSORE CENTRALE) | La Serie A accoglie uno dei migliori giovani dell’ultima cadetteria. In comproprietà tra Empoli e Juventus, il classe ’94 continuerà il suo percorso di maturazione in Toscana. È già un perno fondamentale dell’Under 21 di Di Biagio, chissà che non possa diventarlo anche della nuova creatura di Conte…

DAVIDE ZAPPACOSTA (TERZINO SINISTRO) | È tornato a casa. Il terzino di Sora, classe ’92, indosserà di nuovo la maglia dell’Atalanta, e cercherà di confermarsi in Serie A dopo l’ottima stagione disputata con l’Avellino. Senso del gol da attaccante navigato, buoni cross e discrete capacità in copertura. Preferisce offendere, piuttosto che difendere, ma potrebbe destreggiarsi abilmente anche in una difesa a quattro.

DANIELE BASELLI (REGISTA) | Un altro Daniele, un altro talento dell’Atalanta. Inseguito, tra le altre, da Juventus e Psg, il regista classe ’92 ha messo alla porta uno come Cigarini e potrebbe crescere esponenzialmente nella prossima stagione. Talento grezzo, ma cristallino.

BRYAN CRISTANTE (MEZZALA DESTRA) | Piedi buoni e carisma da vendere. Di lui se ne parla da anni, ma questa potrebbe essere la volta buona in cui si farà il suo nome con aggettivi più importanti. Regista, mezzala destra o sinistra: ovunque lo si mette, offre sempre ottime prestazioni. Il Milan cerca disperatamente un centrocampista, ma il talento giusto è già a casa. Basta crederci…

KINGSLEY COMAN (MEZZALA SINISTRA) | Il grande colpo della Juventus è stato Morata? Macché, è Coman! Scippato al Psg a parametro zero, il funambolo francese (classe ’96) può giocare da mezzala o esterno alto. 3-5-2, 4-3-1-2 o 4-3-3 che sia, tornerà utile ad Allegri.

FEDERICO BERNARDESCHI (ATTACCANTE DESTRO) | È il nome di un pittore fiorentino del Cinquecento? No, ma si parla di comunque di un artista. Il trequartista di Carrara, esploso l’anno scorso con la maglia del Crotone e convocato da Prandelli per uno stage pre-Mondiale, avrà vita dura a Firenze, ma potrebbe ritagliarsi i suoi spazi. Se poi andasse via in prestito, le prospettive sarebbero ancora più rosee.

BRUNO FERNANDES (ATTACCANTE SINISTRO) | Da Maia a Udine, passando per Novara. Il giovane portoghese, classe ’94, ha sconvolto la Serie B due anni fa, ha illuminato la Serie A nella scorsa stagione con alcuni lampi di classe (per informazioni, chiedere ai tifosi del Napoli) e cercherà ora di affermarsi definitivamente. Trequartista centrale o esterno sinistro, Fernandes può mettere sottosopra l’intero Friuli.

ANDREA BELOTTI (PUNTA CENTRALE) | Il Gallo ha cantato dieci volte nell’ultima stagione, ma non intende fermarsi. La punta, scuola Albinoleffe, giocherà per la prima volta in Serie A, ma ha la testa giusta (in ogni senso) per affrontarla da grande protagonista. Non teme le rivalità, ha la fame dei grandi attaccanti e notevole senso del gol. Il Gallo alzerà la cresta, c’è da starne certi.

Antonio Casu

@antoniocasu_

 

 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *