Connect with us

Basket

Top & Flop della Western Conference Nba: il futuro è a Minnesota, incognita Lakers

Pubblicato

|

Inizio peggiore non poteva esserci per i Lakers di Bryant

Dopo aver analizzato la situazione nella Eastern Conference Nba, andiamo a vedere quali sono le franchigie che si sono mosse meglio e quali peggio in questa sessione di mercato ad Ovest. I Lakers sono la più grande incognita, i Minnesota Timberwolves invece, pur avendo perso Love sembrano avere davanti un futuro radioso. Ma andiamo ad analizzare la situazione nel dettaglio:

TOP Western Conference:

1. Minnesota Timberwolves – Minnesota è partita subito forte nel mercato grazie alla sua ottima scelta al Draft, Zach Lavine infatti si è subito messo in mostra nella Summer League candidandosi al ruolo di rivelazione dell’anno. Oltre alla guardia di UCLA però i Timberwolves sembrano aver messo le mani anche su Anthony Bennett e sulla #1 pick Andrew Wiggins. E’ vero, hanno perso Kevin Love, ma il futuro sorride sicuramente a Minnesota. Quintetto: Rubio-Wiggins-Brewer/Lavine-Bennett-Pekovic.

2. Dallas Mavericks – I Mavs hanno perso giocatori importanti come Dalembert, Carter e Calderon, ma hanno saputo rimpiazzarli con scelte oculate. Sono infatti arrivati a Dallas: Felton, Parsons e Chandler, e in un mercato tutt’altro che entusiasmante come quello della Western Conference, i Mavs hanno senz’altro lavorato bene. Quintetto: Felton-Ellis-Parsons-Nowitzki-Chandler.

3. Los Angeles Clippers – Molti troveranno assurda la nomination dei Clippers in questa speciale classifica, ma la franchigia di Los Angeles ha realizzato la “trade” più importante del mercato Nba. Ha infatti dato l’addio ai Clippers Donald Sterling, l’ex proprietario ha lasciato il posto a Steve Ballmer. Il cambio di proprietà darà sicuramente una marcia in più a giocatori come CP3, DeAndre Jordan e a Coah Doc Rivers. Inoltre i Clippers hanno messo le mani su elementi interesanti come Jordan Farmar e Spencer Hawes per rimpiazzare i partenti Collison e Granger. Quintetto: Paul-Redick-Barnes-Griffin-Jordan.

FLOP Western Conference:

1. Houston Rockets – Come hanno fatto anche Bulls e Lakers, Houston ha incentrato il proprio mercato sul convincere Carmelo Anthony a vestire la canotta dei Rockets. Dopo aver fallito nell’intento, la franchigia ha perso Parsons e Lin rimpiazzandoli con un interessante, ma non abbastanza, Trevor Ariza. Il Quintetto rimane quindi sostanzialmente lo stesso, manca l’elemento giusto per rendere Houston una contender. Quintetto: Beverley-Harden-Ariza-Jones-Howard.

2. Los Angeles Lakers – Dopo aver fallito nella trattativa per Carmelo Anthony, i Lakers hanno perso anche Gasol che si è accasato a Chicago. La franchigia ha comunque fatto degli innesti interessanti, Lin, Ed Davis, Boozer e soprattutto il rookie Julius Randle sono elementi che, abbinati al miglior Kobe potrebbero comunque rendere i Lakers ostici avversari. Ma i dubbi oltre alla tenuta di Nash riguardano proprio il mamba.. in che condizioni fisiche tornerà Bryant? Quintetto: Nash/Lin-Bryant-Johnson-Boozer/Randle-Hill.

3. Portland Trail Blazers – E’ vero che il quintetto dei Blazers arriva da un’eccellente stagione passata, ma è vero anche che il roster non è affatto migliorato in vista della prossima regular season. Gli unici innesti da segnalare sono quelli di Blake e Kaman, troppo poco per migliorare la squadra. Quintetto: Lillard-Matthews-Batum-Aldridge-Lopez.

Kevin Brunetti (@Kevinbrunetti)

MEDIA PARTNER

Pubblicità

Trending