Davide Terraneo
No Comments

ATP Cincinnati: Seppi avanti al terzo, Djokovic fatica ancora.

Nel Masters 1000 l'altoatesino rimonta Giraldo, mentre il serbo batte Simon in due ore di incontro. Wawrinka ok, fuori Tsonga.

ATP Cincinnati: Seppi avanti al terzo, Djokovic fatica ancora.
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Si è concluso nella notte il primo turno dell’ATP di Cincinnati, settimo Masters 1000 stagionale. Segnali incoraggianti per i due italiani presenti nel tabellone, dato che entrambi sono stati in grado di trionfare nel loro primo incontro. Eliminazione a sorpresa invece per Jo Wilfried Tsonga, che ha probabilmente pagato la stanchezza dopo la vittoria a Toronto.

BATTAGLIA SEPPI – Per Andreas Seppi superato l’ostacolo Giraldo in un incontro lungo e molto combattuto. Il primo set viene conquistato dal colombiano, che sfrutta un blackout momentaneo dei servizi di entrambi (3 break consecutivi dal quinto al settimo game) per imporsi 6-4. Nel secondo parziale l’altoatesino salva un break point in apertura per poi prendere il largo conquistando 4 giochi consecutivi dal 2-2. Nel set decisivo l’azzurro si porta avanti 4-0 ma sciupa l’enorme vantaggio, sprecando anche l’opportunità di servire per il match sul 5-3. L’inerzia dell’incontro sembra essersi spostata a favore di Giraldo, ma Seppi reagisce e sul servizio dell’avversario ottiene il game decisivo al terzo match point, imponendosi 75. Sulla sua strada trova ora il temibile russo Mikhail Youzhny, giustiziere di uno Tsonga apparso scarico di energie e brillantezza.

Novak Djokovic fatica anche nel secondo turno del torneo di Cincinnati

Novak Djokovic fatica anche nel secondo turno del torneo di Cincinnati

DJOKOVIC A SINGHIOZZI – Avanza anche il numero 1 Novak Djokovic, che regola in tre set Gilles Simon. Nel primo parziale il serbo è subito costretto a rincorrere, ma rimonta dopo aver subito il break nel corso del quinto game e chiude 64 dopo aver sprecato 3 palle set. Nel secondo la situazione si inverte: Djokovic avanti 3-1 si scioglie nei suoi ultimi due turni di servizio e soccombe 64. Nell’ultimo set il campione di Wimbledon spreca 6 break point nel primo gioco, ma reagisce e ha la meglio con un sofferto 63. Per il serbo prestazione altalenante, che fa aumentare i dubbi relativi alla sua condizione fisica dopo il torneo londinese. Gli ha teso una mano il sorteggio, che agli ottavi gli ha assegnato uno tra Sam Querrey e Tommy Robredo.

WAWRINKA AVANTI – Meno difficoltà invece per la testa di serie numero 3, Stanislav Wawrinka. Lo svizzero supera il tedesco Benjamin Becker in due set, 6-3 7-6 (5), e ora testerà le sue abilità contro uno tra Verdasco e Cilic. Si impone in due tie break l’eclettico lettone Ernests Gulbis 7-6 (8) 7-6 (4), mina vagante del circuito, che incrocia l’amerciano Johnson, sicuramente alla sua portata. Sarà invece il canadese Pospisil l’avversario di Roger Federer, dopo aver sconfitto 76 al terzo set il ceco Stepanek. Sicuramente una sfida interessante, ma le ambizioni dell’elvetico sono indubbiamente molto alte. Non solo a Cincinnati.

Davide Terraneo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *