Jacopo Rosin
No Comments

Calciomercato Milan: ecco Armero e Diego Lopez, si lavora per Taarabt e Rabiot

Armero e Diego Lopez già in città con l'obiettivo Scudetto: oggi visite e firme. Summit in Versilia per Taarabt e, intanto, rispunta il nome di Rabiot per il centrocampo

Calciomercato Milan: ecco Armero e Diego Lopez, si lavora per Taarabt e Rabiot
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Il Milan continua a scandagliare il mercato per rinforzare la rosa. I primi due colpi rossoneri sono già andati in porto e si attendono ora gli sviluppi delle altre operazioni che permetterebbero a Mister Inzaghi di poter disporre degli ultimi tasselli mancanti, per iniziare così al meglio la nuova stagione milanista. Diego Lopez e Armero sono già in città, manca l’esterno e il centrocampista, con un nome che torna in auge sulla lista della spesa di Galliani.

Adrien Rabiot, centrocampista del PSG

Adrien Rabiot, centrocampista del PSG nel mirino del Milan

RINFORZI – Oggi è il giorno di Taarabt, con l’AD rossonero che è tornato in Versilia dopo essere stato a Fiumicino per l’elezione del nuovo presidente della FIGC. É previsto per oggi a Forte dei Marmi l’incontro tra Galliani e Joorabchian, agente del fantasista marocchino; si cercherà di trovare il modo per convincere il QPR ad abassare le pretese – richiesta di 7 milioni di Euro – facilitando così l’operazione ai rossoneri che rimangono fermi a circa 4 milioni più bonus, con l’inserimento nella trattativa di una percentuale sulla futura cessione. Resta fortissima la volontà del giocatore di tornare al Milan, ma le parole del tecnico inglese Redknapp sono chiare: “Non so cosa succederà con Taarabt. Non si è allenato ed è lontano dalla forma migliore al momento. Penso che voglia andare via, ma se non vuole stare qui devono pagarlo la cifra giusta, non andrà via a basso prezzo”. Alessio Cerci rimane il grande obiettivo rossonero, ma la difficoltà dell’operazione richiede tempo e pazienza. Intanto, per il centrocampo, continuano le avance allo svizzero Bledim Dzemaili. Il Milan offre 3 milioni, il Napoli ne chiede 5. Si continuerà a lavorare. Torna però d’attualità un nome già sondato qualche tempo fa, quello di Adrien Rabiot, talentuoso centrocampista classe ’95 del Paris Saint-Germain. Il contratto del francese è in scadenza, l’interesse è forte, ma c’è da battere la pericolosa concorrenza dell’Arsenal. Se dovesse arrivare un centrocampista si valuterà il possibile prestito di Saponara – Empoli in pole – mentre Nigel De Jong piace allo United, ma l’offerta di 10 milioni arrivata dagli inglesi è stata rispedita al mittente e l’olandese dovrebbe rimanere.

SCUDETTO – Il Milan ha già accolto i primi due acquisti di questi giorni caldi: Diego Lopez e Pablo Armero. Entrambi sono alle prese con le visite mediche e dovrebbero firmare i rispettivi contratti già nella giornata di oggi. Sia il portiere spagnolo che il laterale colombiano si sono dichiarati fiduciosi per il buon esito della nuova stagione, senza avere timore di pronunciare la parola magica “Scudetto” durante le prime dichiarazioni: “Il Milan è un club mondiale, sono contento di essere qui – ha commentato Diego Lopez al suo arrivo a Linate – i nostri obiettivi saranno vincere lo Scudetto e guadagnare l’Europa. Grazie al club per l’opportunità, sono molto contento di essere in un grande club, dove tutti vogliono giocare”. Armero, invece, ha parlato soprattutto della necessità di lavorare bene e duramente per raggiungere gli obiettivi prefissati dalla società: “Lavoreremo sodo per fare bene per i tifosi che se lo meritano. Ho parlato con mister Inzaghi, era un calciatore che amava vincere, vuole farlo anche da allenatore. Ha detto che devo lavorare con intensità per dare il massimo e fare di tutto per diventare titolare”. Ambizione e impegno, questi i principi portati dai nuovi due giocatori del Milan. La sensazione, però, è che per poter davvero lottare alla vittoria della prossima Serie A servirà ancora qualche sforzo sul mercato, argomento principale del summit di domani ad Arcore, dove Galliani, Inzaghi e il presidente Silvio Berlusconi discuteranno le nuove direttive per far tornare grande il Milan.

Jacopo Rosin (@JacopoRosin)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *