Enrico Cunego
No Comments

Ligue 1, primo turno: PSG bloccato a Reims, ko Monaco

Nel weekend è ricominciata la Ligue 1. Solo pari per i campioni a Reims, mentre il Monaco cade in casa col Lorient. Pari pirotecnico a Marsiglia, bene Lione e Saint Etienne

Ligue 1, primo turno: PSG bloccato a Reims, ko Monaco
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

E’ tornata la Ligue 1 e già alla prima giornata le sorprese non mancano. Per i campioni in carica del PSG continua la “maledizione” della prima gara, visto che per il quarto anno consecutivo i parigini non riescono a debuttare coi 3 punti. A Reims finisce solo 2-2 con Ibrahiovic protagonista assoluto nel bene e nel male. Non ride nemmeno il Monaco, che fa pure peggio perdendo in casa con il Lorient nonostante il ritorno al gol del rientrante Falcao. Il Marsiglia del “Loco” Bielsa esordisce con un pirotecnico 3-3 a Bastia, mentre Lione e Saint Etienne iniziano alla grande la stagione con un duplice 2-0 ai danni di Rennes e Guingamp. Colpo del Bordeaux (0-1) a Montpellier. Benissimo anche la matricola Caen che travolge 0-3 l’Evian, mentre gli altri successi di giornata sono targati Nizza e Nantes, vincenti rispettivamente su Tolosa e Lens. Chiude la giornata il sorprendente 0-0 tra Lille e Metz. Ma andiamo a vedere nel dettaglio cos’è successo in questa prima giornata di Ligue 1

Torna al gol Radamel Falcao, ma al Monaco non basta

Torna al gol Radamel Falcao, ma al Monaco non basta

ESORDIO BALBETTANTE – Nel segno di Zlatan Ibrahimovic. Lo svedese decide con i propri gol ed i propri errori la gara di esordio del PSG, che a Reims passa in vantaggio al 7′ con un diagonale dell’ex Juve,Inter e Milan. Dopodiché Zlatan colpisce un clamoroso palo a porta sguarnita ed al 19′ fallisce il rigore del raddoppio. Immediata ed impeccabile la risposta dei bianco-rossi, che al 22′ impattano col congolese Oniangue prima di passare in vantaggio al 34′ con un azione di contropiede finalizzata da Devaux. Nella ripresa Ibra evita l’imbarazzo della sconfitta con un tiro-cross beffardo che sorprende l’impreparato Placide. Se il PSG frena a Reims, allo “Stade Louis II” il Monaco rimane fermo ai blocchi di partenza. Il Lorient, squadra da sempre osso duro per le grandi di Francia, passa in vantaggio al ‘9 con un rigore della stella Aboubakar, subendo il pari proprio dagli 11 metri al 78′, quando un subentrato Falcao torna al gol dopo il tremendo infortunio di febbraio scorso. Ma all’87 Lavigne, lanciato in contropiede da Abdellah, trafigge senza pietà Subasic per l’1-2 finale. Non gioisce nemmeno Marcelo Bielsa, attesissimo all’esordio sulla panchina dell’Olympique Marsiglia contro un altro debuttante: l’ex centrocampista Claude Makelele, nuovo tecnico del Bastia, che al 9′ passa avanti con una conclusione dalla distanza di Maboulou che sorprende un pessimo Mandanda. Due minuti dopo, però, Gignac di testa pareggia e 6 minuti dopo Romaric devia nella propria porta una conclusione di Alessandrini dando il vantaggio agli ospiti. Nella ripresa è ancora Gignac a segnare su rigore, ma 4 minuti dopo ancora dagli 11 metri l’ex Roma, Bari e Ajaccio Tallo accorcia le distanze. La rocambolesca gara si chiude al 73′ con un altro gol dello scatenato Maboulou, che vince un paio di rimpalli prima di infilare in diagonale Mandanda, per fissare sul 3-3 il risultato finale di una partita divertentissima.

BUONA LA PRIMA – Se le tre squadre più blasonate incespicano all’esordio, altre eccellenti outsider partono col piede giusto. Dopo un primo tempo bloccato il Lione riesce a sconfiggere il Rennes nella ripresa grazie al gol al 64′ di Steed Malbranque, che conclude al meglio un’ottima azione corale, ed al rigore al 73′ trasformato da Alexandre Lacazette. Rispondono con l’identico risultato gli acerrimi rivali del Saint Etienne, che sbancano Guingamp grazie alla doppietta del turco Mevlut Erding, autentico “man of the match”. Suo il rigore che al 39′ sblocca la gara, suo il gol che la chiude al 92′, una rete favorita dal comodo “assist” di Levesque, che sbaglia in maniera clamorosa un retropassaggio. Ottimo esordio anche per il Bordeaux del neo-tecnico Willy Sagnol, che sbanca la “Mosson” di Montpellier grazie al tocco del “gigante” Cheick Diabatè, che premia il preciso cross dalla sinistra di Poundje.

LE ALTRE GARE – Non poteva essere migliore il ritorno nella massima categoria del Caen, squadra “ascensore” del calcio francese terza nella scorsa Ligue 2. Vittoria a domicilio in casa dell’Evian per 0-3 in cui spicca il marchio di Mathieu Duhamel, trentenne esordiente in Ligue 1 ed autore di una fantastica doppietta. Partita sbloccata al 12′ dal piatto destro di Kante, cui segue al 32′ il primo gol di Duhamel, lesto a ribattere in rete la respinta di Hansen. 5 minuti dopo ecco la seconda rete dell’attaccante normanno, che di testa tramuta in gol il cross perfetto di Raspentino. Girandola di emozioni a Nizza, dove i padroni di casa hanno la meglio sul Tolosa per 3-2. Apre le danze al 23′ Cvitanich con il gol più bello di giornata: un destro da fuori area che si infila imparabilmente alla sinistra di Boucher. Quando il primo tempo è ormai agli sgoccioli ecco arrivare l’1-2 micidiale del Tolosa, che passa avanti con le reti di Braithwaite e Ben Yedder tra il 45′ ed il 46′. Nella ripresa il Nizza trova la forza di ribaltare il risultato grazie al secondo gol di Cvitanich al 63′ ed al colpo di testa vincente di Bosetti 6 minuti dopo. Sorride anche il Nantes, che sconfigge il neopromosso Lens grazie ad un gol in spaccata di Bammou, che raccoglie il cross dalla sinistra di Audel. Unico 0-0 di giornata quello tra Lille e Metz, con la matricola lorena capace di fermare un Lille prossimo al preliminare di Champions League contro il Porto. Da segnalare una fantastica parata dell’ex Marsiglia e Bordeaux Cedric Carasso su colpo di testa di Simon Kjaer.

Enrico Cunego

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *