Jacopo Gino
No Comments

Schumacher, sospettato di furto della cartella clinica si impicca in carcere

Terribile notizia da Zurigo. Un uomo si impicca in carcere, era sospettato di aver rubato la cartella clinica dell'ex campione di Formula 1

Schumacher, sospettato di furto della cartella clinica si impicca in carcere
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Nuova pagina della vicenda Schumacher: nella giornata di ieri si è impiccato l’uomo che era sospettato di aver rubato la cartella clinica dell’ex campione di Formula 1. Il soggetto, la cui identità è tuttora tenuta segreta, si è suicidato in carcere: non si esclude nessuna pista, tutto ciò che si sa è che l’uomo durante gli interrogatori aveva negato ogni accusa.

Qualcuno aveva rubato la cartella clinica di Schumacher, relativa al suo incidente sulle piste da sci: si trattava di un dirigente di una società di soccorso incaricata di trasportare il tedesco da Grenoble a Losanna. Martedì l’arresto, tenuto segreto fino all’annuncio di ieri dove si confermava la morte dell’uomo. L’intenzione del ladro era quella di vendere la cartella clinica ai media, cercando di ricavare dallo scoop 50 mila euro. La denuncia della famiglia aveva fatto partire l’inchiesta nei primi giorni di giugno in Francia. Le ricerche si sono poi concentrate sulle società incaricate di trasportare Schumi dall’ospedale francese in Svizzera e, in seguito, si sono ristrette alla sola Rega, una delle più famose aziende svizzere del settore: con una ricerca incrociata di dati infatti si era risaliti fino ad un computer dell’azienda in questione e nel mirino della polizia era finito il dirigente che poi è stato arrestato.

Schumacher intanto continua il suo percorso di riabilitazione e si vocifera che entro poche settimane potrà tornare a casa, accudito dalla moglie che gli è stata affianco ogni giorno del post incidente.

Jacopo Gino (@jacopogino)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *