Vincenzo Galdieri
No Comments

E’ cambiato anche Mourinho

Josè, per la prima volta, si comporta da Normal One: "Rimango al Chelsea finchè Abramovich mi vorrà". Dichiarazioni clamorose, da parte di chi è abituato a giurare amore eterno soltanto a livello 'ideale' nei confronti dei club in cui lavora. Sta cambiando anche lui?

E’ cambiato anche Mourinho
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Mourinho, allenatore del Chelsea sconfitto per 2-0 dal Newcastle

Mourinho, allenatore del Chelsea

“Sono nel club dove voglio essere. Se mi chiedessero di scegliere un club nel mondo dove lavorare, sceglierei il Chelsea e la Premier League. Sono felice di essere in Inghilterra e al Chelsea e finche’ Abramovich sara’ contento di avermi come allenatore, restero’. Non ho altri obiettivi, ne’ penso di andare via. Rimarro’ fino a quando Abramovich mi vorra’”. Parole e musica di Josè Mourinho. Si, avete capito bene. Lui, lo Special One, l’irraggiungibile, quello che decide sempre tutto, ha dichiarato a mezzo stampa di voler rimanere a vita in un club. Per la prima volta, ha in sostanza ammesso che c’è qualcosa – o qualcuno – più importante di lui. Il Chelsea ed Abramovich, nella fattispecie. I più distratti diranno: “Nulla di nuovo, Josè è abituato a giurare amore alle proprie squadre”. Tutto vero. Ma di solito lo fa a posteriori. O anche durante, ma senza entrare troppo nello specifico. Negli anni abbiamo sentito tante volte Mou parlare in questi termini: “Amo questo club. Amo i tifosi, il presidente. Questa è casa mia” – per poi aggiungere: “Futuro? Si vedrà. Amo stare qui ma non prevedo il futuro”. Questo era quello a cui eravamo abituati. Un Mou versione amante più che marito. La sua carriera dice che oltre i 3 anni consecutivi, in un club non può più stare. Anche e soprattutto perchè non vuole lui, da sempre entusiastico sostenitore delle sfide a tempo. Oggi qualcosa sembra cambiato. 

CHELSEA FOR LIFE? – Un anno da zeru tituli  non è roba da tutti i giorni per Josè. Anzi, è roba che non succede praticamente mai. Che anche lo Special One si sia ridimensionato? Magari le sue dichiarazioni vanno lette in questo senso. Ha capito di essere umano. Ha capito che per dare tranquillità all’ambiente e provare a fare il massimo possibile, doveva dissipare sin da subito i primi dubbi sul suo futuro, che puntualmente arrivano durante il secondo anno e si concretizzano intorno al terzo. E’ una cosa nuova, per Josè. Che è sempre stato uno sincero. Non ha mai giurato amore eterno a nessuno, pur predicando amore ed affetto un po’ per tutti. Oggi le cose sembra stiano cambiando. Anche Mou si è adeguato al trend generale. Una volta non avrebbe mai detto niente di simile. Oggi qualcosa sembra cambiato. O magari, semplicemente, anche il grande Josè sta invecchiando e vuole un po’ di tranquillità. 

Vincenzo Galdieri

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *