Vincenzo Galdieri
No Comments

Il mercato migliore è quello dell’Inter

In silenzio, ma con cognizione di causa: Ausilio sta costruendo una squadra che può dar fastidio a chiunque. Dodò, Vidic, M'Vila, Medel ed Osvaldo: pokerissimo d'assi?

Il mercato migliore è quello dell’Inter
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page
Gary Medel, in volo verso Milano e verso l'Inter

Gary Medel, nuovo giocatore dell’Inter

Manca un mese, certo. L’estate è ancora lunga ed il calciomercato pure. Ma siamo esattamente a metà della bella stagione delle trattative, e tirare qualche somma diventa doveroso. La domanda è: ad oggi, chi tra le italiane ha fatto il calciomercato migliore? La risposta non può essere che una: l’Inter. Al netto di aspettative generali, ambizioni e posizioni di classifica dell’ultimo anno, i nerazzurri sono sicuramente quelli che hanno operato meglio. Meglio della Juve, da cui ci si aspettava onestamente qualcosa in più. Meglio della Roma, che ha strapagato Iturbe e preso un paio di giocatori sopra i 34. Meglio anche dell’immobile Napoli o della Fiorentina. Ed ovviamente, meglio del Milan, che arranca e cincischia schiavo delle cessioni. L’Inter ha fatto meglio di tutti. In silenzio, con intelligenza. E’ anche cosi che si costruiscono le stagioni trionfali.

MEDEL-M’VILA: COLPI GROSSI. ED INTELLIGENTI – Chi sottovaluta il mercato nerazzurro, fa un errore clamoroso. Perchè l’Inter sta creando le basi per qualcosa di importantissimo. Ma li conoscete bene Medel e M’Vila? Evidentemente no, perchè sono acquisti passati quasi sotto silenzio. Il primo, Medel, è un medianaccio vecchio stile dotato anche di buona tecnica. Grintoso, rapido, talvolta invalicabile, è un colpo da oscar. Se ne accorgeranno tutti pian piano. Ricorda un po’ Edgar Davids. Non è un fenomeno alla Vidal, ma è fortissimo. Cosi come è forte M’Vila. In Russia s’è un po’ perso, ma ricordiamoci che fino a due anni fa era sul taccuino di tutte le squadre del mondo. Ha tutto per sfondare: alto, fisicato, forte tecnicamente, bravo in interdizione ed a dettare i tempi della manovra. I due vanno a completare un centrocampo già di livello, coi vari Guarin e Kovacic che – per ora- sono rimasti al loro posto. Benissimo.

OSVALDO-DODO’: SCOMMESSE POTENZIALMENTE STRAORDINARIE. E VIDIC E’ UN GRANDISSIMO – Gli altri tre acquisti della campagna neroazzurra sono Vidic, Dodò ed Osvaldo. Del primo c’è ben poco da dire: avrà 33 anni, ma è ancora oggi uno dei migliori difensori al mondo. Altezza, carisma, classe. Pure senso del gol. Soprattutto, integro fisicamente. L’Inter con lui ha fatto bingo. Osvaldo e Dodò sono due scommesse con una caratteristica in comune: entrambi hanno giocato nella Roma, di recente. Dodò è proprio una scommessona: prestito con obbligo di riscatto a 9 milioni. Per alcuni sono troppi, per altri potrebbero essere pochi. Il ragazzo ha talento, questo è certo. E di talento ne ha da vendere anche il bizzoso Osvaldo. Che all’Inter cercherà la definitiva consacrazione. E che all’Inter serviva come il pane. Un quasi top player. In un quasi top team. Occhio all’Inter, quest’anno fa sul serio. Ed un plauso va fatto al suo nuovo re del mercato, Ausilio. Che evidentemente non aveva proprio bisogno dell’ausilio di qualcun altro. 

Vincenzo Galdieri
Twitter: @Vince_Galdieri 

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *