Antonio Guarino
No Comments

Ferrari: Alonso fino al 2019, ma lo spagnolo spara alto!

Il rilancio del "Cavallino Rampante" non può fare a meno del pilota di Oviedo, che però chiede oltre 100 milioni di euro

Ferrari: Alonso fino al 2019, ma lo spagnolo spara alto!
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

La Ferrari, complice un 2014 al di sotto delle aspettative, guarda avanti e programma il suo futuro. Il rilancio della Rossa passa già dalla prossima annata 2015, ma a Maranello hanno le idee chiare: Fernando Alonso deve essere il pilota del Cavallino per tante stagioni ancora!

OPERAZIONE TRIONFO ROSSO – Prima di mettere a punto la nuova monoposto, però, tocca definire chi sarà il suo conduttore: il contratto del pilota asturiano scade nel 2016, ma la Ferrari ha intenzione di porre le basi per un progetto di ritorno al successo di lungo periodo, e Fernando Alonso rappresenterà il suo perno centrale. Lo spagnolo – dal canto suo – alla vigilia del Gp d’Ungheria aveva già palesato tutti i suoi dubbi e le sue incertezze in merito alla competitività della sua monoposto, ma al tempo stesso sa benissimo che gli ingegneri al servizio di Montezemolo stanno lavorando sodo per rinnovare profondamente la creatura da consegnargli nell’anno venturo.

Fernando Alonso, alla Ferrari dal 2010

Fernando Alonso, alla Ferrari dal 2010, discute il rinnovo con la casa di Maranello.

INSIEME A LUNGO – E’ così che la Ferrari è passata dalle parole (o meglio, dalle idee) ai fatti concreti, proponendo allo spagnolo un prolungamento del contratto fino al 2019. Per Fernando, che ha recentemente festeggiato le 33 primavere, si tratterebbe di un matrimonio a vita con la Rossa, che lo accoglierebbe tra le sue fila fino alla fine della sua carriera al volante delle F1.

TUTTO HA UN PREZZO – Ok, voi ci mettete lo sforzo e lo sudore di tutte le meningi a vostra disposizione, io – invece – il mio talento e la mia straordinaria capacità di portare al limite (se non oltre) la monoposto che mi ritroverò tra le mani. Affare fatto, allora? Non proprio così, perché certe unioni hanno sempre un pezzo da pagare, e in casa Ferrari l’hanno ben presto capito: per prolungare il proprio matrimonio in Rosso, infatti, Alonso chiede un ingaggio di 35 milioni a stagione (circa il doppio di quanto percepito oggi) per le successive tre stagioni, per un totale di 105 milioni netti fino al 2019.

WORK IN PROGRESS! – Il messaggio a Maranello è giunto forte e chiaro: la Ferrari non vuole rinunciare a quello che, con grande probabilità, è il pilota più forte in circolazione – soprattutto se si tiene in considerazione il rapporto risultati/prestazioni monoposto – ma lo sforzo economico necessario per trattenerlo non è affatto da meno. Le parti, probabilmente, daranno un’occhiata alle rispettive agende per fissare un incontro a quattr’occhi che potrebbe esserci anche prima del prossimo Gp di Belgio, in programma a Spa il 24 agosto.

Antonio Guarino (@GuarinTony)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *