Davide Terraneo
No Comments

Toronto, al via il Masters 1000. Chi prenderà il posto di Nadal?

Con il campione in carica spagnolo out, la lotta per il titolo vede Djokovic e Federer favoriti. Ma occhio a Raonic e Wawrinka

Toronto, al via il Masters 1000. Chi prenderà il posto di Nadal?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Dopo il consueto periodo di vacanza successivo a Wimbledon, i maggiori interpreti del tennis si danno appuntamento in quel di Toronto, con il torneo Masters 1000 canadese che inizierà a delineare il borsino dei favoriti per lo US Open. Con l’assenza del campione in carica Nadal, il titolo sembra possa essere alla portata di Novak Djokovic, già vincitore di tre edizioni.

FEDERER IN AGGUATO – Per il serbo numero 1 al mondo l’occasione è ghiotta anche per consolidare il primato nel ranking ATP. Nella scorsa edizione  infatti il fresco campione di Wimbledon fu eliminato da Nadal in una pirotecnica semi finale, terminata al tie break del terzo set. Con lo spagnolo ko per l’infortunio al polso destro, Djokovic può scavare un solco tra sè e il mancino di Manacor. Sulla sua strada potrebbe però trovare già in semi lo svizzero Stanislav Wawrinka, vincitore dell’ultimo Australian Open, che ha mostrato notevoli segnali di miglioramento sul cemento. Dall’altra parte del tabellone, l’altro elvetico Roger Federer cerca un’opportunità per centrare il suo terzo titolo stagionale, dopo Dubai e Halle. Attenzione però: Sua Maestà potrebbe incrociare in semi finale l’idolo di casa Milos Raonic, reduce dal successo di Washington.

Rafa Nadal con il trofeo conquistato l'anno scorso a Toronto. Lo spagnolo non potrà difendere il titolo a causa di un infortunio.

Rafa Nadal con il trofeo conquistato l’anno scorso a Toronto. Lo spagnolo non potrà difendere il titolo a causa di un infortunio.

PRIMO TURNO – Nel frattempo, mentre i primi 8 del tabellone possono godere del bye, si sono giocate alcune delle partite del primo turno. La sorpresa di giornata l’ha riservata il canadese Polansky che, arrivato dalle qualificazioni, ha regolato in due set il polacco Janowicz, il quale stenta a compiere il salto di qualità dopo aver mostrato sprazzi di gran tennis nel corso della sua carriera. Delusione anche per l’americano Isner, decisamente fuori forma, sconfitto in 3 set dal croato Dodig. Out anche Hewitt, che conquista solo 3 game contro il francese Benneteau. Nei derby di giornata, Tsonga elimina Roger-Vassellin e Lopez ha la meglio su Bautista.

ITALIANI – Sono due gli azzurri presenti nel torneo. La testa di serie numero 16 Fabio Fognini trova al primo turno l’ostico russo Youzhny. Il vincitore troverà ad attenderlo il sudafricano Anderson, mentre agli ottavi si rischia lo scontro con Wawrinka. Più agevole, almeno sulla carta, il percorso di Andreas Seppi. Il tennista altoatesino sfiderà il qualificato Schnur, per poi affrontare Dodig ed eventualmente Ferrer, che certamente non è uno specialista del cemento.

L’impressione è dunque che sarà una lotta a 4 per la conquista del torneo di Toronto. Sarà in grado Djokovic

di calare il poker?

Davide Terraneo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *