Redazione

Mercato Fiorentina, Guidetti per la rinascita. La viola è pronta al colpaccio

Mercato Fiorentina, Guidetti per la rinascita. La viola è pronta al colpaccio
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Pradè punta al giovane italo – svedese per rinforzare l’attacco

FIRENZE, 27 GIUGNO – La Fiorentina deve rinascere. Daniele Pradè, nuovo direttore sportivo dei gigliati, avrà un grande lavoro da svolgere. 70 tesserati non è roba di poco conto, quindi per fare un buon mercato è necessario prima piazzare i giocatori in esubero e poi iniziare la ricostruzione. I primi due acquisti sono stati l’attaccante El Hamdaoui dall’Ajax ed il difensore Facundo Roncaglia dal River Plate: acquisti a buon mercato ma di sicuro affidamento. Per la porta si parla invece di Viviano, viola nel sangue, che sarebbe felicissimo di un suo arrivo alla corte di Montella. Non bisogna dimenticare il riscatto di Lazzari dal Cagliari per 1,5 milioni di euro, ed il possibile arrivo di Marco Parolo dal Cesena in prestito. Manca a questo punto un punto di riferimento là davanti, un giocatore che possa fare la differenza, che possa trascinare la squadra, uno a cui dare palla e risolvere la partita, in pratica manca il bomber. I viola lo avrebbero individuato in John Alberto Fernando Andres Luigi Olof Guidetti, più conosciuto come John Guidetti: attaccante classe ’92, calciatore svedese ma di origine italiana, in prestito al Feyenoord ma di proprietà del Manchester City.

IL CALCIO DI JOHN, I PRIMI PASSI E LA CONVOCAZIONE IN NAZIONALE – La sua carriera inizia nel 1998, a sei anni, tra le file del Brommapojkarna, club di seconda divisione svedese che da sempre dedica grande attenzione al settore giovanile. Quattro anni dopo Guidetti si sposta con la famiglia in Kenia, dove indossa le maglie di Impala Bromma Boys, Mathare Youth Sports Association e Ligi Ndogo. Un attaccante, Guidetti, che sembra non sentire il peso dei debutti. La prima partita con la squadra riserve del Manchester City è subito bagnata, guarda caso, da una tripletta. Va a segno anche nella prima gara con la maglia del Burnley, in prestito dai Citizens, squadra con la quale nell’unica gara ufficiale giocata si mette in luce con un assist. Grazie alle doti fisiche, alla capacità di finalizzazione e alla facilità di tiro arrivano presto paragoni con stelle del calibro di Rooney e Tevez. Nel 2011 Guidetti è a un passo dal Twente, ma alcuni problemi con la dirigenza fanno sfumare il passaggio e lo svedese prende la direzione di Rotterdam. La stagione gli regala anche la prima convocazione nella nazionale svedese in un’amichevole contro la Croazia e soltanto un’infiammazione al nervo della coscia gli ha impedito di prendere parte alla spedizione di Euro 2012.

AMICO DI IBRA – Molti lo paragonano al suo amico e compagno di nazionale Ibrahimovic, ben 185 centimetri di qualità, che gli permettono di fare cose straordinarie in campo. I Citizen vorrebbero portarlo in ritiro ma lui vorrebbe andare a giocare altrove perché li sarebbe chiuso dai vari Balotelli, Dzeko, Tevez, Augero. Il costo del suo cartellino è di 8 milioni di euro, ed è stato proposto a diverse società italiane quali Napoli, Lazio e Fiorentina. Si è parlato anche di un timido sondaggio della Sampdoria, ma l’interesse maggiore l’ha ricevuto dalla Germania: Schalke 04 e Bayer Leverkusen su tutte. Lui preferisce il bel paese oppure la Spagna. Le possibilità che approdi in viola, a nostro avviso, non dovrebbero essere molte visto la concorrenza di molte squadre blasonate. Dall’altra parte la preferenza di Guidetti per l’Italia potrebbero far aumentare le possibilità della Fiorentina visto che non ci sono squadre spagnole in corsa per lui.

Di sicuro il colpo Guidetti per la Fiorentina sarebbe davvero un gran colpo di mercato che potrebbe garantire gol e qualità alla squadra di Montella. Dovremo solo attendere gli sviluppi di mercato, soprattutto gli acquisti della viola che potrebbero convincere il ragazzone svedese di origini italiane a scegliere la viola per mettersi in mostra. Certo è che Guidetti avrà un futuro roseo, chissà se in Italia, ma di certo a suon di gol.

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *