Antonio Guarino
No Comments

Serie A, i nuovi arrivi: Ciprian Tatarusanu alla Fiorentina

Prosegue la rubrica di SportCafe24 sulla presentazione dei nuovi arrivi in Serie A in vista della stagione 2014/15. Oggi tocca a Ciprian Tatarusanu, estremo difensore rumeno acquistato dalla Fiorentina.

Serie A, i nuovi arrivi: Ciprian Tatarusanu alla Fiorentina
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

E’ ormai divenuta una consuetudine più che apprezzabile (a mio modesto parere…) quella instauratasi nelle squadre di vertice della nostra Serie A, ovvero avere in rosa due portieri di alto livello e di sicuro affidamento su cui poter puntare in qualsiasi momento della (sempre più lunga!) stagione calcistica.

E così, infatti, che si inquadra l’ingaggio, da parte della Fiorentina, di Ciprian Tatarusanu, che ha firmato con la Viola un contratto quinquennale. L’estremo difensore rumeno, svincolatosi dalla Steaua Bucarest, non rappresenta – per molti appassionati – un prospetto del tutto nuovo: Tatarusanu, infatti, ha sfidato – nella stagione 2010/11 – il Napoli nella fase a gironi dell’Europa League, ben impressionando lo stesso club partenopeo che, in sede di mercato, è stato più volte vicino all’acquisto del calciatore.

LA CARRIERA – Nato a Bucarest, il 9 febbraio 1986, Ciprian cresce calcisticamente nella Juventus Bucuresti, squadra della seconda serie rumena, in cui – tra il 2003 e il 2006 – compie l’intera trafila nel settore giovanile. Nella seconda metà della stagione 2006/07, a quasi 21 anni, arriva il salto in Liga I nelle fila del Gloria Bistrita, con cui esordisce solo nell’ultimo match di campionato vinto – in trasferta – per 1-0 contro l’Unirea Urziceni, grazie al quale la squadra ottenne la qualificazione alla Coppa Intertoto 2007. Tatarusanu entra ben presto nel giro della Nazionale rumena Under21 (con cui mette insieme 13 presenze totali) e, nella stagione successiva, Ciprian conquista il posto da titolare: le sue prestazioni vengono notate dagli osservatori della Steaua Bucarest, che ne acquistano il cartellino per 1,5 milioni di euro, ma decidono di lasciarlo ancora un anno – in prestito – a Bistrita. In tutto, con la maglia del Gloria, Tatarusanu colleziona 45 presenze con 57 reti subite, riuscendo in 13 occasioni a tenere inviolata la propria rete. Durante i due anni e mezzo trascorsi a Bistrita, arriva – nell’ottobre del 2009 – la soddisfazione della prima convocazione in Nazionale (ad oggi, in tutto, 22 presenze) in occasione della gara contro le Isole Far Oer valevole per le qualificazioni ai Mondiali del 2010 in Sud Africa.

Ciprian Tatarusanu, piuttosto abile nel neutralizzare i tiri dal dischetto, in azione con la maglia dello Steaua Bucarest

Ciprian Tatarusanu, piuttosto abile nel neutralizzare i tiri dal dischetto, in azione con la maglia dello Steaua Bucarest

IL GRANDE SALTO – L’esordio ufficiale con la maglia della Steaua avviene nella stagione 2009/10: nonostante la concorrenza dell’esperto portiere colombiano, Robinson Zapata, Ciprian riesce a mettere insieme – al suo primo anno in quel di Bucarest – 20 presenze tra campionato (che la Steaua chiude 4^ a -7 dal Cluj vincitore), Europa League e Coppa di Romania, impreziosite dai soli 17 gol subiti e dalle 10 gare concluse con la rete inviolata. Dall’annata 2010/11 Ciprian diviene titolare inamovibile: con la Steaua conquista la Coppa di Romania (2-1 in finale nel derby cittadino contro la Dinamo) ed esordisce in Nazionale nel corso dell’amichevole di Klagenfurt contro l’Italia (1-1). Stagione dopo stagione, Tatarusanu diviene un vero e proprio idolo del “Ghencea”, la casa della Steaua: con i rosso-blu’ conquisterà anche 2 Campionati (2012/13 e 2013/14) e 1 Supercoppa di Romania (2013), frutto di 187 presenze tra tutte le competizioni giocate, 154 gol subiti e ben 79 partite terminate con la porta inviolata.

UN GIGANTE PER MONTELLA – Il portiere rumeno, 198 cm di altezza per 90 kg di peso, presenta un curriculum di tutto rispetto ed un’esperienza – anche europea – che farà sicuramente al caso del tecnico Viola, Vincenzo Montella. Atleta abile sia sulle palle alte, sia su quelle basse, porta con sé la fama di para-rigori, per la cui neutralizzazione fa pieno affidamento sui tanti centimetri che Madre Natura gli ha portato in dote. Per il portiere titolare della passata stagione, il brasiliano Neto, si tratterà sicuramente di un concorrente da prendere per i denti: la convivenza tra i due estremi difensori sarà stimolante e costruttiva per entrambi? Se lo augurano, in primis, i sostenitori viola, anche se lo stesso Neto ha ammesso che non vedrebbe di buon occhio un’eventuale alternanza tra i pali della Viola.

Come si suol dire in questi casi, “ai posteri l’ardua sentenza”, ma – per gli amanti del Fantacalcio – investire sulla coppia di portieri della Fiorentina potrebbe rivelarsi una mossa vincente, specie sotto il profilo del rapporto qualità/prezzo in sede d’asta!

Intanto, Benvenuto in Serie A, Ciprian!

Antonio Guarino (@GuarinTony)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *