Davide Terraneo
No Comments

Hutarovich, sprint magistrale. Ma è il maltempo il protagonista in Polonia

Il bielorusso della AG2R fa il colpaccio nella volata della prima tappa. Tempesta sulla corsa, tante cadute. Kreuziger fermato dall'UCI.

Hutarovich, sprint magistrale. Ma è il maltempo il protagonista in Polonia
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

 

Il campione bielorusso Hutarovich conquista la prima tappa del Polonia

Il campione bielorusso Hutarovich conquista la prima tappa del Polonia

La prima tappa del giro di Polonia, prima corsa a tappe UCI World Tour dopo il Tour de France, è stata vinta dal campione bielorusso in carica Yauheni Hutarovich.

VOLATA VINCENTE – La frazione, lunga 226 km, è stata caratterizzata dalla lunga fuga di cinque uomini, con Paterski ultimo ad arrendersi alla rimonta del gruppo. Sul rettilineo conclusivo la volata lanciata di Mezgec, vincitore di una tappa al Giro e favorito di giornata, è stata bruscamente interrotta da un contatto con Peter Velits, autore di un attacco da finisseur, che ha provocato una brutta caduta al velocista polacco. Con il team Sky non pervenuto, lo sprint è stato condotto in maniera esemplare da Hutarovich, che non permetteva al russo Maikin di rimontare. Al terzo posto un ottimo Manuele Mori, che ha evitato il fallimento in casa Lampre, sostituendo egregiamente un Modolo mai con i migliori. Per il ciclista della AG2R è il successo più prestigioso negli ultimi tre anni.

PIOGGIA E CADUTE – Ma l’andamento della tappa è risultato fortemente condizionato dal maltempo. Il forte acquazzone abbattutosi sui corridori già a circa 50 km dal traguardo ha provocato non poche difficoltà: prima fra tutte, un albero finito al centro del percorso, che ha avuto come conseguenza la caduta di diversi corridori, tra cui Janez Brajkovic, abile gregario dell’Astana costretto al ritiro. La formazione kazaka non è stata particolarmente fortunata: anche Tiralongo, principale appoggio di Aru, è finito a terra, proprio nella stessa curva in cui erano scivolati poco prima 4 dei 5 uomini in fuga.

CASO KREUZIGER – Non si è invece presentato al via Roman Kreuziger. Il ceco della Saxo Tinkoff, che si trovava già in Polonia per prendere parte al Giro, è infatti stato provvisoriamente sospeso dall’UCI per il noto caso di violazione del passaporto biologico. Non che ci siano sviluppi nella vicenda: semplicemente si vuole evitare di avere difficoltà legate ad eventuali risultati conseguiti da un ciclista indagato. Domani altra lunga frazione adatta ai velocisti, con arrivo a Varsavia. La speranza è che stavolta non sia una vera e propria tempesta ad accompagnare il percorso dei corridori.

Davide Terraneo

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *