Jacopo Gino
No Comments

Inter, il mercato è completato. Ora le cessioni e la ciliegina

Con l'imminente arrivo di Osvaldo e Medel l'Inter ha raggiunto i suoi obiettivi di mercato: ora si pensa alle cessioni e, in caso di addio eccellente, a piazzare la classica "ciliegina" sulla torta

Inter, il mercato è completato. Ora le cessioni e la ciliegina
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Piero Ausilio è il top player dell’Inter. Ad oggi, 1 agosto, l’Inter ha finito le sue operazioni di calciomercato: i senatori sono stati sostituiti con uomini di livello e prospettiva, le lacune mostrate nella scorsa stagione sono state colmate e le richieste di Mazzarri sono state accontentate  al 100%. Ma più in generale si inizia ad intravedere una programmazione che negli anni passati latitava. Allenatore confermato, progetto tecnico chiaro, prontezza e intelligenza sul mercato: questa Inter non sarà piena di top player ma senza dubbio potrà dare filo da torcere a chiunque.

Osvaldo, lunedì visite e firma con l'Inter?

Osvaldo, lunedì visite e firma con l’Inter?

OSVALDO E MEDEL, NERAZZURRI AD ORE – Sono gli ultimi due arrivi in casa Inter: non sono ancora ufficiali ma per l’italo-argentino e per il cileno è tutto fatto. Prestito gratuito con diritto di riscatto a 7 milioni per il primo, 7 milioni (da pagare in tre anni) più 2 di bonus il secondo. Visite mediche entro settimana prossima e aggregazione al gruppo direttamente alla Pinetina: tra Osvaldo e Mazzarri c’è stata anche la prima telefonata, utile per iniziare a conoscersi e capire quali saranno i progetti del tecnico toscano sull’ex Roma.

CAPITOLO CESSIONI – Con queste due operazioni Ausilio ha esaudito le richieste di Mazzarri e ora potrà dedicarsi interamente a sfoltire la rosa, trovando sistemazione ai giocatori che non fanno parte del progetto. Alcuni giovani che hanno svolto il ritiro a Pinzolo (e la successiva tournée USA) partiranno un altro anno in prestito: è il caso di Laxalt, appetito dal Cesena, e Mbaye, ad un passo dal Cagliari di Zeman, dove ritroverà i compagni Longo, Benedetti e Crisetig. Altri saranno ceduti definitivamente: Taider ha rifiutato anche l’ipotesi Southampton (restano in corsa West Ham, Lazio e Sassuolo), ma ai Saints potrebbe finire Schelotto; Silvestre lascerà i nerazzurri, che però non hanno ancora trovato una soluzione, Kuzmanovic piace al Siviglia ed è considerato cedibile da Mazzarri. Infine la questione Guarin, che da sei mesi tiene banco in casa Inter: il giocatore è considerato cedibile, la sua valutazione si aggira tra i 15 e i 18 milioni. Il suo nome è stato accostato a Juventus (in caso di cessione di Vidal), Manchester United e Monaco, anche se nessuna di queste squadre ha avanzato finora un’offerta ufficiale. In caso di partenza del colombiano Ausilio avrebbe soldi freschi per cercare l’assalto ad un esterno d’attacco, la classica ciliegina sulla torta di un mercato finora perfetto.

ESTERNO, TUTTI I NOMI – Il profilo più caldo è quello di Jonathan Biabiany: il ritorno del francese sarebbe gradito dal tecnico Mazzarri, che potrebbe provare nuovi moduli (come ad esempio il 4-3-3). I rapporti con il Parma sono ottimi, il gradimento del giocatore c’è: sarebbe un’operazione che si potrebbe chiudere in breve con un esborso economico contenuto (5/6 milioni più bonus). Ausilio intanto continuerà a vagliare altre piste, cercando in giro per il mondo il colpaccio che non è riuscito con Stevan Jovetic: Lavezzi, Nani, Lamela e Cerci sono avvisati, l’Inter è in caccia.

Jacopo Gino (@jacopogino)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *