Antonio Casu
No Comments

Cagliari: Almunia sì, Avramov no. Si punta sull’usato insicuro

Il portiere spagnolo, ex Arsenal e Watford, è stato preferito all'estremo difensore serbo

Cagliari: Almunia sì, Avramov no. Si punta sull’usato insicuro
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Manca ancora l’ufficialità, ma è ormai certo: Manuel Almunia sarà presto un giocatore del Cagliari. Il portiere spagnolo, 37enne, firmerà un contratto annuale. Impossibile prevedere che ruolo avrà l’estremo difensore nella nuova creatura di Zeman. Giulini aveva promesso un portiere da Champions e così è stato, peccato però che le primavere sul groppone dell’ex Arsenal siano un po’ troppe, e le perplessità sul suo acquisto siano numerose, soprattutto se si considera il recente mancato rinnovo di Avramov.

Vlada Avramov, ex portiere del Cagliari

Vlada Avramov, ex portiere del Cagliari

AVRAMOV, USATO SICURO – Il portiere serbo, trasferitosi recentemente al Torino, aveva manifestato a più riprese la volontà di rimanere a Cagliari, avrebbe rinnovato il contratto (scaduto il 30 giugno) a cifre non esorbitanti e avrebbe accettato anche un ruolo da seconda o terza scelta. Avramov è innamorato di Cagliari e del Cagliari, sarebbe stata una scelta di cuore. Ed invece no. Il serbo, grande protagonista della salvezza della scorsa stagione, ha atteso a lungo una chiamata della nuova dirigenza (aveva raggiunto un accordo con l’ex ds Salerno il giorno prima della cessione della società), ma il telefono non ha squillato e alla fine è approdato alla corte di Ventura. Il suo mancato rinnovo è avvolto nel mistero e nessuno ha dato spiegazioni a riguardo.

ALMUNIA, USATO INSICURO – Il Cagliari ha deciso di rinverdire il parco portieri con due giovani di belle speranze (Colombi e Cragno), ma aveva bisogno di una chioccia che svezzasse i colleghi. Avramov aveva il profilo ideale per ricoprire questo ruolo, ma la società ha virato su Almunia, più vecchio di due anni rispetto al collega serbo e con un trascorso da eterna promessa non mantenuta all’Arsenal. Lo spagnolo, del quale si dovrà valutare con attenzione l’efficienza fisica, conosce bene i palcoscenici internazionali, ma non la Serie A, presupposto fondamentale per un terzo portiere. Reduce dall’esperienza biennale al Watford (militante nella Championship inglese), non è semplice capire inoltre se Almunia si siederà in panchina con la stessa serenità con cui l’avrebbe fatto Avramov. I possibili dualismi che potrebbero innescarsi tra i tre portieri sarebbero molto pericolosi per gli equilibri del nuovo spogliatoio del Cagliari, rifondato quasi da zero. Avramov conosceva bene l’ambiente e avrebbe potuto dare un contributo importante, Almunia chissà. La parola passerà ora al campo.

Antonio Casu

@antoniocasu_

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *