Antonio Guarino
No Comments

Calciomercato Fiorentina: tutto fermo, in attesa di far “Cuadrado”

Lavori in corso in casa Viola, aspettando di definire la situazione del calciatore colombiano su cui, non senza polemiche, si è fatto fortissimo il pressing del Barcellona

Calciomercato Fiorentina: tutto fermo, in attesa di far “Cuadrado”
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

A Firenze e dintorni non si parla di altro e i tifosi viola hanno assunto, negli ultimi giorni, le sembianze di vere e proprie amate dedite a sfogliare le rispettive margherite: m’ama o non m’ama, resta o non resta, Cuadrado sì o Cuadrado no?

TRAME PERICOLOSE – Il gioco della margherita degli innamorati rischia, però, di trasformarsi in un thriller, vuoi per l’affondo più deciso (quasi da rosso diretto!) che il Barcellona ha sferrato nelle ultime ore, vuoi per lo stallo del calciomercato sulle rive dell’Arno causato dal prolungarsi della vicenda. Di certo, al momento, c’è il Della Valle pensiero: per meno di 40 milioni di euro, non ci si siede neppure ad un tavolo del “Rivoire” – in Piazza della Signoria – a prendere un caffè.

Il Presidente Rosell e Zubizarreta in conferenza

Il Barcellona in pressing per Cuadrado

STRATEGIA BLAUGRANA – Al sentire le pretese provenienti dalla Toscana, il Ds del Barça Andoni Zubizarreta ha rischiato di farsi andare di traverso la squisita crema catalana che stava gustando nel suo dopocena da “La Lesca“, nei pressi della Sagrada Familia. Lo spavento, però, deve averlo convinto a fare due passi nei pressi della splendida basilica, così giusto per facilitare la digestione e rinfrescarsi le idee. Passeggia e ripasseggia, il buon Zubi – probabilmente ispirato dallo stile “liberty” del capolavoro architettonico di Gaudì – ha partorito la sua strategia: per fare “Cuadrado”, qua ci vuole solo Cuadrado. Eh sì, perché il club catalano – non potendo (anzi, non volendo) – assecondare le richieste della Fiorentina, pare abbia chiesto al colombiano di fare pressione sulla dirigenza di Viale Fanti che, pur di assecondare la (presunta) volontà del calciatore di lasciare Firenze, si ritroverebbe costretta ad abbassare l’iniziale richiesta economica.

VICOLO CIECO – A Firenze e dintorni si suol dire che “è come levare la sete mangiando prosciutto”, ovvero intraprendere una strada che sembra breve, ma che in realtà è molto lunga. Questo perché il calciatore, in primis, non ha intenzione di rovinare l’ottimo rapporto creato in questi anni con dirigenza, tifosi e città, e ciò trova conferma nelle dichiarazioni rilasciate – nella tarda mattinata di oggi – a Tuttomercatoweb.com da Alessandro Lucci, procuratore di Juan Guillerme Cuadrado: “Con il Barcellona, come con altri club, sono in contatto diretto da tempo. Ad oggi non c’è nessuna trattativa in essere col Barcellona, club composto da persone serie e professionali che nelle nostre conversazioni mai, e sottolineo mai, hanno evidenziato di voler utilizzare simili strategie”.

FUTURO IN VIOLA? – Tra il dire e il fare, si sa, c’è di mezzo il mare. Le possibilità di trattenere Cuadrado alla Fiorentina, allora, come possono essere quantificate? Anche su questo argomento Lucci ha espresso il suo pensiero“Con tutta la Fiorentina, il rapporto di Cuadrado è di alto profilo. Qualora ci dovesse essere, in un breve futuro, una trattativa importante e di primo livello, verrà analizzata ed eventualmente condotta in porto con la gratificazione di tutte le parti interessate”. Tradotto vuol dire che il calciatore non farà alcuna pressione per andare via, ma se dovesse giungere un’offerta importante, un caffè – magari con vista Duomo – i Della Valle dovranno pur offrirlo all’interessato di turno e ascoltare ciò che avrà da dir loro.

E SE NON M’AMA? – Il punto interrogativo legato alla permanenza in viola dell’esterno colombiano sta tenendo in standby un po’ tutte le trattative di mercato della Fiorentina, a sua volta in attesa di conoscere – in caso di cessione del calciatore – di quanta liquidità, da reinvestire sul mercato, potrà disporre. Dal canto suo, comunque, Vincenzo Montella non ha ancora perso le speranze di poter contare ancora sulle giocate di Cuadrado anche nella prossima stagione, ma in caso di addio il tecnico campano e il Ds Pradé sono già all’opera per individuare gli eventuali sostituti. La pista più calda è, al momento, quella che porta al fantasista francese del Marsiglia, Mathieu Valbuena, su cui però si è fiondata prepotentemente anche la Dinamo Mosca, oltre alla già nota concorrenza del QPR e del West Ham.

SOLUZIONE INTERNA – Qualora dovesse risultare difficile reperire sul mercato un sostituto di qualità, è da tenere in considerazione anche la possibilità di puntare sui giovani calciatori già presenti in rosa, come Rafal Wolski, ala polacca già autore di un gol (di pregiata fattura!) nella passata stagione nel 2-0 interno contro l’Atalanta, o il 21enne brasiliano – neo acquisto proveniente dal Botafogo – Octàvio, senza dimenticare i più noti Joaquin Josip Ilicic: in particolare l’utilizzo da trequartista dello sloveno, ex Palermo, sarebbe la soluzione più congeniale per lo scacchiere di Montella, pronto a ripartire con a disposizione due frecce in più come Mario Gomez e Giuseppe Rossi, costretti nella passata stagione a lunghissimi stop.

Antonio Guarino (@GuarinTony)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *