Dario Di Ponzio
1 Comment

Lazio: Djordjevic, Basta, Parolo e De Vrij…si può sognare?

Lazio che incomincia ad assumere una sua quadratura dopo un periodo difficile, anche se rimane l'incognita Candreva

Lazio: Djordjevic, Basta, Parolo e De Vrij…si può sognare?
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Se il calciomercato sull’altra sponda del Tevere ad oggi aveva offerto acquisti scoppiettanti e continui, sta offrendo altrettanti spunti interessanti anche quello di casa Lazio.
Malgrado le forti contestazioni al duo societario formato da Lotito e Tare e un clima che si era fatto irrespirabile anche ad Auronzo infatti ci ha pensato un ragazzotto Olandese vicino al metro e 90 a mettere tutti d’accordo e, a ricordare, che questo è solo l’ultimo di una serie di acquisti intelligenti.

Il neo acquisto della Lazio De Vrij.

Il neo acquisto della Lazio De Vrij.

RINFORZI PER PIOLI – Quest’anno la politica d’acquisto di Lotito e Tare si è votata maggiormente verso la qualità piuttosto che la quantità, e i risultati si cominciano a vedere. In attacco il grande acquisto per raccogliere l’eredità di Klose è stato Filip Djordjevic. Ingaggiato dal Nantes, l’attaccante sembra l’alter ego perfetto di Klose. Probabilmente meno bravura tecnica, ma dentro l’area di rigore pochi in Francia possono dire di saper far meglio di lui, tant’è che nelle prime 13 partite della precedente stagione in cui il ragazzo ha realizzato 8 goal, i tiri contati verso lo specchio della porta del Serbo erano stati solamente 10, percentuale di realizzazione altissima.
Oltre al ragazzone serbo si segnalano i ben più famosi (almeno in Italia) Basta e Parolo, calciatori nazionali e che aggiungeranno la propria bravura tecnica a un gruppo gia consolidato e che necessitava delle dovute puntellature.
Ma il vero nome che fa sognare i tifosi della Lazio è quello di De Vrij, inserito nella top 11 del mondiale e giudicato tra i migliori talenti difensivi in Europa, il colpo della dirigenza Laziale potrebbe essere superiore anche all’acquisto sfumato di Astori, si spera in un rapido ambientamento di un giocatore che innalzerà di sicuro il tasso difensivo della Lazio.

IL DUBBIO CANDREVA – Il vero enigma da risolvere per capire se la Lazio può ambire ad alte posizioni di classifica rimane Antonio Candreva. Acquistato dall’Udinese, il talento Romano ha speso un intera estate con voci di mercato che lo hanno circondato. Candreva non ha mai negato la possibilità di trasferimento, sperando in una squadra che gli possa offrire la Champions, ma per adesso la Lazio resiste agli assalti di diverse formazioni europee sperando che il giocatore sia convinto definitivamente dalla permanenza a Roma.

Dario Di Ponzio

Share Button

One Response to Lazio: Djordjevic, Basta, Parolo e De Vrij…si può sognare?

  1. Roberto 30 luglio 2014 at 16:38

    Non sono della Lazio, ma vivo a Roma e ho diversi amici che tifano per questa squadra. Vi posso assicurare che nessuno di loro sta facendo sogni di gloria, anzi pregano che Lotito se ne vada. Perché? Semplice: il sogno di uno che vive nella Capitale non può essere certo quello di “tornare in Europa”, ossia arrivare sesti in campionato, come ha promesso Stefano Pioli nel giorno della presentazione. Arrivare sesti può essere l’obiettivo di una provinciale come il Parma, che infatti a fine campionato ha giustamente festeggiato (salvo poi ritrovarsi con un pugno di mosche in mano ma per altri motivi). Chi tifa Lazio, invece, sogna ben altro: ogni anno vuole vincere qualcosa, lottare per lo scudetto o, almeno, entrare nell’Europa che conta, vale a dire la Champions League. Soprattutto, vuole arrivare davanti alla Roma, sempre e comunque. Non mi pare che la squadra che sta costruendo Lotito possa ambire a simili traguardi, al punto che l’obiettivo dichiarato dall’allenatore e dalla società, come ho già scritto, è “tornare in Europa”, ossia fare due punti in più della scorsa – deludente – stagione. Che poi anche arrivare sesti non sarà facile. Se è vero infatti che “Astori non è Maradona”, come ha dichiarato Lotito, figuriamoci Parolo. Basti ricordare che l’anno scorso in quel ruolo la Lazio aveva Hernanes, mica uno qualunque. Basta è un buon giocatore, affidabile, però non è uno che ti fa fare il salto di qualità. Anzi, Konko in salute, a mio avviso, è pure meglio. Paragonare Djordjevic al Klose dei tempi migliori allo stato attuale mi pare un azzardo o una speranza, dal momento che segnare in Francia è una cosa, ripetersi in Italia è un’altra. Quello che sembra dare maggiori garanzie di rendimento è l’olandese De Vrij, ma alla Lazio servono due difensori, visto che ha perso la coppia titolare Dias-Biava. Bisognerà perciò prima capire chi sarà l’altro centrale che farà coppia con De Vrij. Dovesse essere Vlaar, il discorso cambierebbe anche se, secondo me, i primi tre posti in classifica sono già prenotati. Se invece pure Candreva dovesse partire… Senza contare che, nel frattempo, le altre squadre non è che stanno ferme.

    Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *