Jacopo Gino
No Comments

Calciomercato Inter: addio Guarin, si puntano Medel, Rabiot e Bacca

Guarin in uscita per finanziare il mercato, a centrocampo obiettivi Medel e Rabiot. In attacco idea Bacca, ma potrebbe non essere l'unico arrivo

Calciomercato Inter: addio Guarin, si puntano Medel, Rabiot e Bacca
Decrease Font Size Increase Font Size Text Size Print This Page

Diario del calciomercato nerazzurro, 29 luglio 2014: prosegue la ricerca dell’attaccante da consegnare a Walter Mazzarri, mentre in uscita c’è sempre Fredy Guarin, pronto ad essere sacrificato per ricavare un tesoretto da reinvestire sul mercato. In entrata c’è Gary Medel, il cui arrivo sembra certo ma non è ancora definito nei dettagli (stessa storia di M’Vila). Attenzione anche all’idea mai spenta che porterebbe ad Adrien Rabiot del PSG: il giocatore è giovane (19), talentuoso e, soprattutto, in scadenza di contratto giugno 2015 con il club francese. Potrebbe essere lui il sostituto del colombiano ex Porto.

Guarin-Vucinic, scambio saltato a gennaio

Guarin-Vucinic, scambio saltato a gennaio

GUARIN, DA GUERRIERO FEDELE A TRADITORE DA SCARICARE – E’ questa la parabola discendente dell’ex Porto nei cuori dei tifosi nerazzurri: fino a dicembre 2013 Guarin era l’idolo della piazza, amato per la sua grinta e la sua potenza fisica. A gennaio però il fattaccio: l’Inter lo inserisce nelle trattative con la Juve per Vucinic, lui gradisce eccome la destinazione bianconera ma poi tutto salta per la protesta dei tifosi. A quel punto il rapporto è incrinato: il colombiano firma un rinnovo di contratto a cifre super con l’Inter (che aveva paura di doverlo svendere vista la scadenza del contratto nel 2016), ma Mazzarri lo ha degradato nelle gerarchie a centrocampo, sostituendolo con Hernanes. I tifosi, pur non incolpandolo per il quasi passaggio alla Juve, non gli perdonano quell’entusiasmo dimostrato alla prospettiva di vestirsi di bianconero: l’Inter si ritrova quindi con un giocatore con un ingaggio alto (2,8 milioni a stagione) ma non titolare nell’undici dell’allenatore. Da qui i tentativi di piazzarlo in giro per l’Europa: ci ha provato il Wolfsburg, rifiutato dal giocatore, di nuovo la Juventus, bloccata dall’Inter, e infine hanno fatto un timido sondaggio Monaco e Manchester United. Tutto si è risolto, finora, con un nulla di fatto: Guarin è ancora all’Inter e i nerazzurri sono ancora senza soldi da reinvestire sul mercato. Le carte in tavola potrebbero cambiare nel caso in cui i bianconeri vendessero Vidal: presentandosi con un’offerta che soddisfi l’Inter (15/18 milioni), la Juve avrebbe l’erede del cileno e i nerazzurri risolverebbero il problema Guarin.

MEDEL E RABIOT, MUSCOLI E CLASSE PER COMPLETARE IL CENTROCAMPO – Ad oggi i centrocampisti sicuri di restare all’Inter sono

Adrien Rabiot, possibile sostituto di Guarin all'Inter

Adrien Rabiot, possibile sostituto di Guarin all’Inter

quattro: M’Vila, Kovacic, Hernanes e Krhin. Gli altri sono sul mercato/cedibili: ovviamente non partiranno tutti, ma almeno 2/3 tra Kuzmanovic, Taider, Guarin, Alvarez e Obi dovrebbero lasciare la Pinetina. I primi tre dell’elenco sono gli indiziati principali: il serbo, unito ai soldi della cessione di Guarin, potrebbe accasarsi al Siviglia come contropartita nell’affare Carlos Bacca (valutato 18/20 milioni), l’algerino potrebbe accasarsi in Premier League, in particolare al West Ham. Alvarez e Obi potrebbero, per motivi diversi, restare in nerazzurro: il primo per le sue caratteristiche offensive, che lo rendono merce rara nello scacchiere interista, il secondo per il suo passato nelle giovanili nerazzurre e per la sua duttilità tattica. Ipotizzando una permanenza all’Inter degli ultimi due citati, uniti ai quattro certi di rimanere, si arriva a sei elementi: Medel e Rabiot potrebbero essere il settimo e l’ottavo uomo per completare il reparto. Il cileno è ormai da settimane ad un passo: 7 milioni più 2 di bonus l’offerta, 8+1 la richiesta. Il francese è invece una vera e propria occasione di mercato: talento sopraffino e carta d’identità da under-20, unite ad un contratto in scadenza 2015 con il PSG. L’Inter potrebbe approfittarne, strappando alla concorrenza europea un potenziale craque a prezzi di saldo (3/5 milioni?).

OSVALDO LOW COST – Oltre a Bacca, nome caldo in questi giorni, potrebbe arrivare anche Pablo Daniel Osvaldo: come vi abbiamo già riportato ieri, la trattativa potrebbe essere chiusa in tempi brevissimi con un prestito e diritto/obbligo di riscatto. L’ex Roma e Juve andrebbe a completare un reparto che, ad oggi, conta solo 3 elementi (Palacio, Icardi, Botta) e che, con l’arrivo del colombiano del Siviglia e dell’italo-argentino, potrebbe finalmente essere completato.

Jacopo Gino (@jacopogino)

Share Button

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *